Consiglio Valle | martedì 22 ottobre 2019 19:32

Consiglio Valle | 17 luglio 2019, 10:00

Marquis (Stella alpina) relatore disegni di legge su finanza pubblica

Pierluigi Marquis

Pierluigi Marquis

Nominati, dalla seconda Commissione 'Affari generali' del Consiglio Valle, i relatori di tre disegni di legge presentati dalla Giunta regionale.
Dei primi due sarà relatore Pierluigi Marquis (Stella alpina); riguardano tematiche finanziarie: si tratta del secondo provvedimento di variazione al bilancio di previsione della Regione per il triennio 2019/2021 e delle disposizioni collegate. Il terzo, su cui relazionerà Jean-Claude Daudry (Alliance valdotaine), contiene disposizioni urgenti per il reclutamento di Segretari degli Enti locali della Valle d'Aosta.
"Si tratta di provvedimenti molto importanti - ha riferito il vicepresidente della Commissione, Giovanni Barocco (Uv, nella foto a lato) - che dovranno essere approvati nel corso della prossima adunanza del Consiglio, prima della pausa estiva. L'opposizione aveva chiesto una serie di audizioni su questi tre disegni di legge, ma l'urgenza di esprimere il parere nella prossima riunione della Commissione convocata per venerdì 19 luglio non ci ha permesso di trovare un accordo sulle innumerevoli richieste avanzate".

Barocco ha sottolineato: "Comprendiamo il disagio dei gruppi di opposizione ma si tratta di iniziative legislative fondamentali, che devono essere affrontate con urgenza: da una parte si mettono a disposizione del sistema Valle d'Aosta 25,9 milioni di euro destinati alla salute, al territorio, allo sviluppo economico e ai trasporti, e dall'altra si risponde ad una specifica richiesta degli Enti locali anche al fine di garantire la piena copertura dei posti di segretario in vista delle elezioni generali comunali del 2020".

"Con il collega della Lega VdA Stefano Aggravi - replica Roberto Cognetta (Mouv') - avevamo chiesto di audire alcune figure competenti sui disegni di legge: la maggioranza ha risposto di scegliere tra quelli che ritenevamo più importanti, ma non ci hanno dato il tempo di confrontarci con i nostri gruppi e con le altre forze di opposizione. Noi avevamo bisogno di approfondimenti che ci sono stati negati: provvedimenti di questo tipo non possono essere dettati dalla fretta".

red. pol.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore