AMBIENTE | martedì 20 agosto 2019 23:27

AMBIENTE | 15 luglio 2019, 12:18

Assessore Chatrian, 'allargare orizzonti parco Mont Avic'

Un momento dell'inaugurazione della mostra

Un momento dell'inaugurazione della mostra

'Il Giardino del cielo e del tempo' è il titolo suggestivo di un'altrettanto suggestiva esposizione che l’assessore regionale all’Ambiente, Albert Chatrian, ha inaugurato nel Parco del Mont Avic.

Ideata da Paolo Chiaberto e Mario Péaquin, su proposta della sezione di Verrès del Cai e inserita nel quadro delle iniziative di 'VIVA-Valle d’Aosta unica per natura', la mostra a cielo aperto, organizzata dal Parco del Mont Avic, è facilmente raggiungibile, percorrendo il sentiero numero 10, partendo dalla Porta d’entrée del parco, in località Cort di Champorcher, nei pressi del Lac Muffé.

In mostra nel sito panoramico della Bassa Valle oggetti che consentano al visitatori e all’escursionista curioso di orientarsi e di misurare il tempo, attraverso il lenti movimenti del sole e delle ombre.

"Un modo originale e diverso di immergersi nella natura – commenta l’assessore Chatrian – un’iniziativa che si inserisce appieno nelle politiche ambientali che stiamo portando avanti per sostenere l’importanza e la valenza del contesto naturale che abbiamo la fortuna di vivere e di abitare e che vogliamo tutelare".

Aggiunge l'assessore: "Crediamo negli ambienti naturali tutelati per i quali è necessario impiegare energie, non solo quelle finanziarie che vogliamo garantire e integrare, ma anche quelle che arrivano dalle persone e dagli eventi come la mostra al Lac Muffé, che sono tasselli di una strategia complessiva per valorizzare il nostro patrimonio ambientale. Vogliamo guardare al 2030 e al 2040 del Parco del Mont Avic allargando il suo perimetro e i nostri orizzonti". 

i.d.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore