/ CRONACA

CRONACA | 15 luglio 2019, 14:06

Tolta l'acqua potabile agli alloggi del Quartiere Cogne di Aosta occupati abusivamente

Alloggi occupati e altri 'blindati' dai pannelli apposti dall'Arer

Alloggi occupati e altri 'blindati' dai pannelli apposti dall'Arer

L'Arer ha slacciato le condotte di acqua potabile a due alloggi di edilizia residenziale pubblica occupati abusivamente alle 'Case Gazzera' in via Monte Bianco ad Aosta.

"E' una misura estrema, ci rendiamo conto - spiega Paolo Varetti, presidente dell'Azienda regionale di edilizia residenziale - ma non potevamo fare altrimenti. Alcune persone hanno preso possesso di quei due alloggi forzando le serrature e vi si sono installati con le loro famiglie. Sono case fatiscenti, senza corrente elettrica, inabitabili. E' una situazione di degrado oltreché di spregio della legge che non possiamo accettare. La presenza di quelle famiglie e il pericolo che altri abusivi possano prendere da loro esempio sono stati segnalati al Comune di Aosta e alle Forze dell'ordine: questo è quanto potevamo fare e lo abbiamo fatto".

Spiega Varetti che "un'ordinanza di sgombero con la forza pubblica può essere emessa solo dal sindaco di Aosta, oppure sono le forze di polizia che possono intervenire una volta accertate gravi violazioni di legge".

Da qualche giorno, con tavole e pannelli di robusto legno inchiodati a porte e finestre l'Azienda regionale di edilizia residenziale pubblica-Arer cerca di impedire le occupazioni abusive in alcuni stabili fatiscenti del Quartiere Cogne. "Una misura utile ma evidentemente non basta", commenta Varetti.

Per chi vuole saperne di più

p.g.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore