EVENTI E APPUNTAMENTI | lunedì 16 settembre 2019 17:16

EVENTI E APPUNTAMENTI | 12 luglio 2019, 08:00

La prima immagine di un buco nero svelata all'Hostellerie di Cheval Blanc di Aosta

Elisabetta Liuzzo

Elisabetta Liuzzo

'Vedere l’invisibile: la prima immagine di un buco nero' è il titolo dell'evento organizzato dal Rotary Club di Aosta per mercoledì 17 luglio nella sala conferenze dell’Hostellerie du Cheval Blanc, ad Aosta. 

Il 10 aprile scorso il Consorzio dell’Event Horizon Telescope (EHT) ha pubblicato la prima immagine dell’ombra del buco nero super massiccio al centro della galassia M87, situata a 55 milioni di anni luce dalla Terra.

L’immagine ha fatto il giro del mondo. L’osservazione è il risultato di decenni di lavoro da parte di un team internazionale, Ospite d’eccezione sarà Elisabetta Liuzzo, ricercatrice presso l’Istituto di Radioastronomia, INAF, di Bologna.

Elisabetta Liuzzo, 36 anni, è nata ad Aosta e si è laureata in Astrofisica e Cosmologia presso l’Università di Bologna. E’ membro dell’EHT ed ha contribuito alla pubblicazione dell’immagine del primo buco nero.

Al suo fianco ci sarà Jean-Marc Christille, direttore della Fondazione Clément Fillietroz onlus che gestisce l’Osservatorio astronomico regionale e il Planetario di Lignan.

La serata sarà moderata da Andrea Bernagozzi, ricercatore presso l’Osservatorio astronomico Valle d’Aosta.

L’introduzione verrà curata dal Presidente del Rotary Club di Aosta, Pier Giorgio Montanera.

Nel corso dell’incontro verrà illustrato come si è giunti a catturare l’ultima luce che resiste sul bordo di un buco nero, la portata di questa scoperta scientifica e il contributo fornito dalla Valle d’Aosta a questo studio. L’evento è aperto alla popolazione con ingresso libero.

i.d.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore