Dai comuni | domenica 21 luglio 2019 09:57

Dai comuni | 11 luglio 2019, 12:07

Saint-Pierre: Rivoluzione acquedotto, da oggi l'acqua arriva da Valsavarenche

Uno scorcio dell'abitato di Saint-Pierre capoluogo

Uno scorcio dell'abitato di Saint-Pierre capoluogo

L'acquedotto di Saint-Pierre dice addio alle costose pompe elettriche che pescavano dai pozzi e  inaugura una nuova stagione di risparmio economico ed energetico. È infatti attivo da oggi il collettore di acquedotto che convoglia l’acqua dalla alta Valsavarenche rifornendo i serbatoi di accumulo del comune di Saint-Pierre.

E' durato 16 anni l'iter dell’intervento, avviato con convenzione nel 2003 tra i Comuni di Valsavarenche, Introd, Villeneuve e Saint Pierre.

Con l’entrata in funzione della presa d'acqua Saint-Pierre ha dunque spento le pompe elettriche che pescavano l’acqua in falda e alimentavano i serbatoi dell’acquedotto comunale: da oggi sarà utilizzata l’acqua proveniente da Valsavarenche, che è tanta e costa meno.

L'opera in numeri

I lavori, svolti dall'impresa Edilvu di Challand Saint-Victor (direzione lavori e coordinamento sicurezza ingegneri Corrado Trasino e Marino Paillex) sono costati complessivamente un milione e 300 mila euro; il progetto esecutivo è stato approvato dal comune di Saint Pierre nel 2010. 

I lavori sono stati appaltati nella primavera del 2016 e completati nell’autunno 2018 tranne l'ultimo, fondamentale intervento che ha riguardato la posa di una condotta portante in acciaio per circa cinque chilometri dal comune di Introd fino a Saint Pierre in località Babelon. I lavori hanno attraversato aree fortemente urbanizzate superando ferrovia, autostrada, statale 26, dora Baltea e condotte della Cva.

p.g.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore