CULTURA | lunedì 19 agosto 2019 02:16

CULTURA | 05 luglio 2019, 13:47

A Lillianes la 'meusecca populera' incontra il folk messicano

A Lillianes la 'meusecca populera' incontra il folk messicano

Sarà il gruppo folklorico dell’Universidad Autonoma de Coahuila (Messico), l’ospite principale della serata di balli e canzoni che il gruppo folcloristico di Lillianes, I Fiour di Moun, con la collaborazione della Pro Loco, ha organizzato per sabato 6 luglio nella tensostruttura di località Capoluogo, quale primo evento dei festeggiamenti per il venticinquennale del gruppo che cadrà nel 2020.

Il Ballet Folklorico dell’Ateneo Fuente de Saltillo, appartenente alla Universidad Autonoma de Coahuila è nato nel 1986 e ha partecipato a numerosi Festival in molti Paesi d’Europa, rappresentando il Messico in alcune tra le più importanti manifestazioni e festival internazionali, offrendone un’immagine inedita, diversa da quella diffusa dal cinema.

Le coreografie dei danzatori, trainanti come lo sono molte espressioni artistiche del popolo messicano, animano scene in cui prevale la gioia di vivere, espressa attraverso la vivacità dei ritmi e dei colori, mescolati con la briosità, la magia e lapienezza della tipica ed inconfondibile musica messicana.

Il programma della serata prevede alle ore 20,30 l’esibizione del gruppo folcloristico di Lillianes.

I Fiour di Moun, seguito alle ore 21 dal gruppo ospite internazionale, giunto direttamente dal Messico e, a seguire, l’esibizione del musicista valdostano Rémy Boniface. Dalle 19 sarà disponibile un accurato servizio di bar e ristorazione con specialità valdostane e messicane a cura dell’Associazione Cuochi Valle d’Aosta.

Spiega Mirella Vallomy, portavoce del locale gruppo folcloristico: "L’iniziativa è frutto dei contatti con il gruppo folcloristico di Galliate Manghin & Manghina e con il Presidente dell’associazione dei gruppi folcloristici del Nord-Ovest (Valle d’Aosta, Piemonte, Lombardia e Liguria), Franco Canna, promotori e organizzatori del Festival internazionale a Galliate".

Si tratta di un festival internazionale biennale nel quale sono ospitati gruppi folcloristici provenienti da tutto il mondo, che ha permesso ai Fiour di Moun di prendere contatto con l’importante ensemble messicano.

Questo evento apre per noi un’importante stagione di iniziative, volte a valorizzare i 25 anni di attività ininterrotta del gruppo folcloristico I Fiour di Moun, che terminerà nel 2020 con l’organizzazione delFestival interregionale dei gruppi folcloristici dell’Italia di Nord-Ovest (Valle d’Aosta, Piemonte, Lombardia e Liguria) in programma, sempre a Lillianes, il 3 maggio 2020.

"Per affrontare questi impegni - spiega Vallomy - abbiamo coinvolto le associazioni locali, tra cui la Pro Loco di Lillianes e l’Associazione culturale Ou Greuseu, nonché l’Amministrazione comunale di Lillianes che ci supporta e appoggia fornendo ogni tipo di collaborazione. Un ringraziamento doveroso desidero rivolgerlo ai volontari, tanto di Lillianes quanto dei paesi limitrofi, che sempre offrono il loro tempoal solo fine di migliorare la qualità delle serate e degli eventi organizzati".

Vallomy prosegue: "Con la serata di sabato, auspichiamo di offrire un positivo confronto tra le realtà folcloristiche locali, riunite nell’associazione Nos Racines, con il folclore e la tradizione di un Paese, come il Messico, molto lontano dalla nostra esperienza. A tal proposito, desidero far rilevare che il gruppo ospite è composto da studenti universitari, e tra iballerini, i cantanti ed i musicisti vi sono pure alcuni ricercatori della Università delle Tradizioni Popolari. La presenza nel gruppo di giovani studenti universitari e dei ricercatori deve essere da esempio e da incentivo anche per i nostri giovani che, purtroppo, tendono ad allontanarsi dalla musica popolare".

i.d.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore