Governo Valdostano | martedì 20 agosto 2019 23:26

Governo Valdostano | 01 luglio 2019, 08:00

Per il momento niente aumenti pedaggi autostradali Rav

Buona notizia: Autostrade per l'Italia (Atlantia) sospende l'aumento dei pedaggi fino al 15 settembre. Lo ha deciso il consiglio di amministrazione, prolungando la sospensione degli adeguamenti tariffari già stabilita lo scorso primo gennaio 2019.

Per il momento niente aumenti pedaggi autostradali Rav

 “Al momento attuale la sentenza non avrà effetti immediati sulle tariffe in vigore”. Lo assicurano il presidente della Regione, Antonio Fosson, e l’Assessore agli Affari europei, Politiche del lavoro, Inclusione sociale e Trasporti Luigi Bertschy, commentano la sentenza del Tar di Aosta che ha accolto il ricorso di RAV del 2018 sugli incrementi tariffari.

Infatti, sono già in corso contatti con i vertici della società per una integrazione tariffaria strutturale, “affinché l’autostrada – dicono i due membri del governo che hanno già sollecitato il Ministro - torni ad essere un motore di sviluppo e non un ostacolo alle attività economiche, in sinergia con le esigenze e le potenzialità del nostro territorio”.

Proprio in merito ai pedaggi autostradali Regione e Sitmb, azionisti di RAV, lavorano da alcuni mesi ad un progetto di revisione del piano economico tariffario scaduto nel 2014.

Regione e Sitmb hanno inviato, nei giorni scorsi, una nota congiunta al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti per addivenire all’apertura di un tavolo di lavoro per una soluzione strutturale e definitiva sulla questione autostrade in Valle d’Aosta, al fine di rispondere agli obiettivi fissati nel documento siglato il 6 marzo scorso dall’Amministrazione regionale e da tutti i portatori di interesse della Regione, a seguito di un ordine del giorno approvato dal Consiglio regionale.

Ma c’è anche una seconda buona notizia: Autostrade per l'Italia (Atlantia) sospende l'aumento dei pedaggi fino al 15 settembre. Lo ha deciso il consiglio di amministrazione, prolungando la sospensione degli adeguamenti tariffari già stabilita lo scorso primo gennaio 2019. L'aumento dei pedaggi, oggi sospeso, era previsto per il primo di luglio. La decisione, spiega la nota, «è stata assunta con l'obiettivo di favorire gli spostamenti degli italiani verso le mete di vacanza, che impegneranno nei mesi estivi la rete in concessione di Autostrade per l’Italia".

pi.mi.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore