/ ECONOMIA

ECONOMIA | 25 giugno 2019, 16:38

Codacons VdA, 'accettare rimborsi compagnie telefoniche solo se realmente vantaggiosi'

Codacons VdA, 'accettare rimborsi compagnie telefoniche solo se realmente vantaggiosi'

Le compagnie telefoniche si sono arrese sul fronte della battaglia sulle bollette a 28 giorni e, da qualche giorno, stanno inviando messaggi ai propri clienti in cui informano circa la possibilità di ottenere un rimborso per la pratica ritenuta illegittima dall’Agcom.

Ai consumatori i gestori offrono diverse opzioni come forma di rimborso, come giga gratuiti per la connessione Internet o minuti aggiuntivi del traffico voce.

"Tutte possibilità – sottolinea il Codacons in una nota – che non hanno costi per gli operatori e non comportano da parte loro l’esborso di denaro in favore dei consumatori. Chi tuttavia accerta l’offerta delle compagnie telefoniche, deve rinunciare al diritto a richiedere la restituzione di quanto previsto dalla delibera Agcom che ha ordinato ai gestori di provvedere al ristoro delle somme ingiustamente percepite per effetto delle fatturazioni a 28 giorni".

Con tale operazione "le aziende telefoniche gettano fumo negli occhi dei consumatori, perché il rischio concreto è che, accettando le offerte di questi giorni, i clienti ottengano meno di quanto spetta loro di diritto per effetto delle decisioni dell’Agcom – spiega il Codacons – Le proposte dei gestori sono estremamente 'furbe', perché difficilmente quantificabili in termini monetari e perché a costo zero grazie a giga e minuti gratis che non impongono l’erogazione materiale di denaro in favore dei clienti, mentre il rimborso spettante agli utenti dovrebbe essere compreso tra i 30 e i 50 euro".

Per tale motivo il Codacons VdA i consumatori a non accettare le offerte inviate in questi giorni dalle compagnie telefoniche, a meno che non risultino palesemente vantaggiose e quantificabili in almeno 300 euro, ossia 10 volte il rimborso minimo spettante di 30 euro, in attesa della decisione del Consiglio di Stato sulla questione dei rimborsi, prevista per il prossimo 4 luglio.

red. eco.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore