CRONACA | giovedì 18 luglio 2019 13:49

CRONACA | 25 giugno 2019, 11:20

Scoperti in Valle dalle Fiamme Gialle 21 evasori totali negli ultimi 12 mesi

Il generale Raffaele Ditroia passa in rassegna i militari operanti in Valle

Il generale Raffaele Ditroia passa in rassegna i militari operanti in Valle

Al termine di 160 indagini e 221 interventi ispettivi tra verifiche e controlli, la Guardia di finanza di Aosta ha inoltrato negli ultimi 12 mesi all’Agenzia delle Entrate recuperi a tassazione di redditi imponibili netti per  15.500.000 euro e di Iva non dichiarata per oltre 5 milioni e 200.000 euro.

Il dato è stato reso notti oggi dal Comandante regionale delle Fiamme Gialle, Generale di Brigata Raffaele Ditroia, che alla caserma di Aosta 'Giovanni Eliseo Luboz' ha celebrato il 245esimo Anniversario della fondazione della Guardia di Finanza.

Le verifiche e i controlli sono stati mirati nei confronti dei soggetti che hanno evidenziato un più alto profilo di rischio "valutato sulla base dell’incrocio dei dati rilevati dalle numerose banche dati  - ha spiegato l'Alto ufficiale - nonché da una approfondita attività informativa e dal controllo economico del territorio".

Sono stati individuati 21 evasori totali, ovvero soggetti che, pur avendo svolto attività produttive di reddito, sono risultati completamente sconosciuti al Fisco, che hanno portato al recupero a tassazione di redditi imponibili netti per 9.356.442 euro.

Sono stati sanzionati 14 datori di lavoro per aver impiegato 50 lavoratori in “nero” o irregolari.

Sul fronte della lotta alle frodi in materia di accise, sono stati effettuati 34 interventi.

Nel comparto del gioco e delle scommesse clandestine sono stati svolti 32 interventi e sanzionati 45 commercianti. Ammontano invece a 5.750.016 euro i valori dei sequestri patrimoniali effettuati per i reati fiscali.

Nel comparto scontrini e ricevute fiscali sono stati effettuati 2363 interventi riscontrando circa il 17% di irregolarità. Sono stati sottoposti ad indagine finanziaria 11 contribuenti che hanno portato al recupero a tassazione di una maggiore base imponibile per 7.437.056 euro.

p.g.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore