Governo Valdostano | martedì 20 agosto 2019 23:32

Governo Valdostano | 23 giugno 2019, 09:00

Cogne Acciai Speciali e Confindustria aprono le porte alla formazione di giovani disoccupati

Protocollo d’Intesa Regione Confindustria e Cogne Acciai Speciali che si impegnano a collaborazione nella realizzazione degli interventi formativi. I destinatari dei percorsi saranno giovani disoccupati con un’età massima di 29 anni

Un gruppo di giovani coinvolti, lo scorso anno,  nella prima esperienza di alternanza scuola-lavoro targata Cogne Acciai Speciali

Un gruppo di giovani coinvolti, lo scorso anno, nella prima esperienza di alternanza scuola-lavoro targata Cogne Acciai Speciali

Qualcosa si muove nella formazione dei giovani disoccupati valdostani. Anzi. Sembra che ci sia un’inversione di marcia e si punti nuovamente alle scuole di fabbrica, sul modello della gloriosa e indimenticata Scuola Cogne.

La Giunta regionale ha approvato  un avviso pubblico (19AE) per il finanziamento di iniziative formative attinenti al settore industriale per un importo di 700 mila euro a valere sul Fondo Sociale Europeo. Alcune aziende, ed in particolare la Cogne Acciai Speciali, hanno l’esigenza di formare giovani da inquadrare nell’organico aziendale.

Sono infatti troppe le figure professionali che le aziende non riescono a reperire nel mercato del lavoro. E quindi hanno scelto di formarle internamente. (nella foto Giancarlo Giachino, presidente di Confindustria con un gruppo di giovani in vista ad una azienda)

L’attuazione del progetto permetterà agli enti di formazione accreditati iscritti all’Albo regionale di proporre due percorsi formativi:

-tecnico delle manutenzioni  meccaniche e Tecnico delle manutenzioni elettriche per un totale di 2000 ore di cui 300 di stage;

- tecnico informatico per un massimo di 600 ore di cui il 40% di stage. Al termine del primo percorso è previsto il rilascio della qualifica di IV° livello EQF.

Ha ragione a dirsi “molto soddisfatto” l’assessore Luigi Betrschy. Infatti attraverso la formazione proposta “alcuni giovani – aggiunge l’assessore alle attività produttive - potranno proposti per un impiego sul territorio e dall’altro perché essa è frutto di un lavoro preparatorio concertato e condiviso con le aziende del territorio”.

È evidente come l’avviso vada nella direzione di arginare la mancanza nella nostra Regione delle figure professionali richieste dalle imprese che vengono reperite fuori Valle.

(nella foto al centro l'assessore Bertschy all'ingresso di UniVdA)

Più in generale l’ obiettivo dell’intervento è contrastare la disoccupazione mettendo in campo corsi  di formazione tecnica specifica che porti alla valorizzazione del capitale umano e all’acquisizione di nuove competenze specialistiche che favoriscano l’inserimento lavorativo nel settore industriale valdostano.

red. eco.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore