INTEGRAZIONE E SOLIDARIETÀ | domenica 22 settembre 2019 23:22

INTEGRAZIONE E SOLIDARIETÀ | 21 giugno 2019, 05:00

Aosta: La cultura e l’aggregazione per sconfiggere ‘MalAosta’ al Quartiere Cogne

L’Assessorato alla Pubblica Istruzione sta lavorando da circa un anno all’apertura di una biblioteca. E’ la terza biblioteca comunale, dopo quelle di Viale Europa e del Quartiere Dora, completamente rinnovata nel 2012

L'inaugurazione della biblioteca del quartiere Dora nel 2012 nel corso della guida Giordaniana del Comune di Aosta. Dopo sette anni con ogni probabilità si inauguerà una nuova biblioteca ad Aosta: al Quartiere Cogne per sconfiggere MalAosta

L'inaugurazione della biblioteca del quartiere Dora nel 2012 nel corso della guida Giordaniana del Comune di Aosta. Dopo sette anni con ogni probabilità si inauguerà una nuova biblioteca ad Aosta: al Quartiere Cogne per sconfiggere MalAosta

Nulla ancora di certo e nessuno si sbilancia ma è certo che il progetto nasce da un’idea di Bruno Giordano, funzionario del servizio bibliotecario regionale, già  Sindaco di Aosta. Capofila, ovviamente è l’Assessore alla Pubblica Istruzione, Andrea Paron, che ha trovato nei funzionari comunali e delle attuali bibliotecarie un punto d’appoggio fortemente motivato nella  realizzazione del progetto.

Il progetto ha l’obiettivo di riportare un punto di riferimento istituzionale riconosciuto nel cuore del  Quartiere, un luogo che possa parlare a tutte le età: i bambini per imparare e giocare, i giovani per  studiare e relazionarsi, gli adulti per informarsi e leggere, gli anziani per ritrovarsi e aggiornarsi.

Insomma la Biblioteca rappresenterà un nuovo, rinnovato e qualificato spazio sociale ed essere, perché  no, al centro di una rete di servizi e attività che possano ridare qualità, dignità e attenzione a un  quartiere troppo a lungo trascurato. Tutte cose che il nostro giornale ha sollecitato.

Senza sbilanciarsi l’assessore commenta: “Ritornare a investire sul Quartiere Cogne e facendolo partendo  dalla cultura è un’operazione originale ma dovuta per le tante brave persone che lo abitano e che  sono una risorsa preziosa per la città”.

I locali individuati sono ubicati nei prefabbricati in parte usati dalle scuole in Place Soldats  de la neige dove sono previste una zona di accoglienza, una sala per i bambini, una per gli adulti e uno  spazio per le attività informatiche.

Altre sale saranno invece a disposizione per eventuali laboratori  e corsi di formazione, altre a disposizione della cittadinanza, dei giovani e delle associazioni che  potranno così avere un luogo per incontrarsi e realizzare progetti e attività a favore del Quartiere e  dei suoi abitanti.

La sensibilità e all’attenzione del servizio regionale consentirà di dotare la biblioteca di circa 8  mila volumi, 200 nuovi DVD, oltre agli abbonamenti per i principali quotidiani e le maggiori riviste  di attualità.

Inoltre, sempre in virtù di questa collaborazione, la nuova Biblioteca potrà contare su un  finanziamento annuale certo, utile per i nuovi acquisti e gli aggiornamenti.

È prevista l’apertura  iniziale per almeno quattro giorni alla settimana con personale qualificato e d’esperienza, che sia in  grado di gestire anche situazioni di crisi e disagio, attivando i servizi preposti.

Il progetto una volta definito dovrebbe essere deliberato dalla Giunta nel corso dell’estate  con i necessari stanziamenti per l’acquisto degli arredi e delle attrezzature. 

Nell’autunno dovrebbero essere predisposti i locali e acquistati i libri per essere quindi operativi con la fine dell’anno, al  massimo l’inizio del 2020.

“Nel frattempo – si sbilancia l’assessore Andrea Paron – siamo al lavoro per aggregare attorno a questo importante progetto le realtà vive e  sane del Quartiere Cogne: la scuola, la Parrocchia, le Associazioni, la coprogettazione per gli  anziani. Una sinergia per costruire un servizio partecipato e per ridare dignità e qualità a un  quartiere storico di Aosta”.  Il tutto per sconfiggere MalAosta al Quartiere Cogne.

pi.mi.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore