Zona Franca | mercoledì 23 ottobre 2019 10:43

Zona Franca | 19 giugno 2019, 18:04

L’OPINIONE DI UN DIPENDENTE GH BILLIA LICENZIATO: I politici non pensano a chi ha perso il lavoro

L’OPINIONE DI UN DIPENDENTE GH BILLIA LICENZIATO: I politici non pensano a chi ha perso il lavoro

Ho potuto seguire il recente consiglio regionale e con grande rammarico ho constatato che troppo spesso quando viene data la parola ad un componente della maggioranza, quelli della minoranza sono impegnati al computer, al telefono oppure in chiacchiere tra di loro, e ciò avviene anche a parti invertite.

Una mancanza totale di dialogo costruttivo e di rispetto nei confronti degli elettori.

Menefreghismo, ira, accuse, ironia e addirittura dati approssimativi, quando non sbagliati, con il solo fine di screditare questo o quel componente di partito.

Sono un licenziato del Grand Hotel Billia e ho i miei bei problemi da risolvere.

Ero in attesa di sapere da questo governo a che punto è la nostra ricollocazione in una o più delle partecipate regionali (così come previsto dagli articoli 4, comma 5 e 24 della legge 23/7/91 n.223 avviata dalla casino de la vallée con la lettera del 4 dicembre 2018)

Perché non è stato toccato questo importante argomento che riguarda almeno 65 persone e sono invece state dedicate così tante, troppe ore alla discussione sulle dimissioni di un assessore e alla sfiducia di un altro?

Poi non stupitevi del calo degli elettori, è proprio questo il genere di politica che ci allontana da voi.

Un lettore

Grazie Caro Lettore, prima di tutto esprimo solidarietà a Lei e a tutti i licenziati e a quelli che stanno perdendo il lavoro per la miopia dei nostri politichini.

Ciò detto mi permetta una precisazione: la giornata di discussione alla  quale si riferisce non riguardava le dimissioni di un assessore, che rivestono aspetti politici. Si trattava delle dimissioni di un consigliere segretario che conta come il due di picche e che percepisce un’indennità che a un licenziato farebbe comodo. Questione che poteva essere risolta in 10 minuti dieci.

La priorità dei nostri politichini non è risolvere i problemi e dare attuazione alle leggi come quella da lei citata. La priorità dei nostri 35 uomini d’oro è oggi evitare le elezioni anticipate che farebbe perdere loro la poltrona ed il lauto stipendio.  pi.mi.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore