/ FEDE E RELIGIONI

FEDE E RELIGIONI | 19 giugno 2019, 09:30

PAPA: Massima moderazione

PAPA: Massima moderazione

«Massima moderazione»: di fronte all’aggravarsi della tensione in Medio oriente, l’Unione europea è intervenuta ieri per cercare di smorzare i toni. Sull’incidente nel Golfo d’Oman, nel quale sono rimaste coinvolte due petroliere, si susseguono infatti le accuse soprattutto fra Stati Uniti e Iran. Washington ha diffuso delle nuove foto nelle quali sarebbe ritratto personale iraniano intento nella rimozione di una mina inesplosa dallo scafo di una delle due navi, a dimostrazione del coinvolgimento di Teheran nell’attacco.

Forte di questa versione dei fatti il ministro della difesa pro tempore Patrick Shanahan ha ufficialmente confermato l’ulteriore invio di mille soldati in Medio oriente. La risposta di Teheran si è concretizzata invece nell’annuncio dell’imminente ripresa del programma di arricchimento dell’uranio, oltre i limiti fissati dall’accordo sul nucleare, dal quale com’è noto gli Stati Uniti si sono ritirati per decisione del presidente Donald Trump.

Una escalation estremamente preoccupante, che nelle ultime ore è stata alimentata anche dalla posizione presa dall’Arabia Saudita, che si è unita al coro delle accuse nei confronti dell’Iran.

Di fronte a questo scenario, la maggioranza dei paesi membri dell’Unione europea sottolinea la necessità di maggiori chiarimenti sui fatti e appoggia la richiesta di un’indagine indipendente, sulla linea indicata dal segretario generale dell’Onu, António Guterres. «Oltre alla valutazione delle responsabilità, l’appello è che si abbia la massima moderazione e la riduzione della tensione, qualcosa che riteniamo che sia nell’interesse di tutti», ha detto l’Alto rappresentante dell’Unione per gli affari esteri e la politica di sicurezza Federica Mogherini al termine della riunione dei ministri degli esteri Ue che si è svolta a Lussemburgo.

La responsabile della politica estera comune è volata oggi a Washington per incontrare il segretario di stato Usa Mike Pompeo e Jared Kushner, genero di Donald Trump e suo consigliere per il Medio oriente.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore