lunedì 14 ottobre 2019 09:03
Visualizza la versione standard ›

Consiglio Valle | 18 giugno 2019, 05:00

I Valdostani non ne possono più dei silenzi e degli inciucci di Palazzo

I Valdostani non ne possono più dei silenzi e degli inciucci di Palazzo

I silenzi politici inquietano i valdostani. Le voci di corridoio turbamento i valdostani. Silenzi e voci generano apprensione, irrequietezza e angoscia a imprenditori, lavoratori, giovani, casalinghe, pensionati.

E allora rivolgiamo dieci domande alle forze politiche per capire il loro pensiero, scoprire i loro progetti, conoscere i loro obiettivi, conoscere le proposte politiche per risolvere i tanti problemi. Se le domande resteranno senza risposta gli elettori sapranno farsi un’opinione.

Andando in ordine decrescente per rappresentanza elettorale, con la speranza che le risposto non siano più lunghe delle domande in modo che siano comprensibili e non lascino spazio a personali interpretazioni, le prime dieci domande le poniamo a Erik Lavevaz, Presidente dell’Uv.

1 - Il Movimento favorevole o contrario alla quotazione in  borsa di CVA?

2 – Nel caso CVA fosse quotato in borsa quale è la quota che il movimento sarebbe disposto a cedere ai privati?

3 - Nel caso di quotazione in borsa quale percentuale potrebbe essere ceduta ai privati mantenendo il controllo assoluto degli indirizzi strategici attuali?

4 - Un grande progetto per dare nuovo impulso allo sviluppo della Valle?

5 - Cosa farà l’Uv del casino e come lo farà?

6 - Cosa fa l'Uv per ridare alla Regione stabilità 

7 - Si parla tanto di Federazione autonomista, l’Uv sarà sciolta?

8 - Ai tempi di Rollandin la causa di tutti i mali era lui. Oggi di chi sono le responsabilità dell’immobilità dell’Uv?

9 - Nella storia dell’Uv per cosa vorrebbe essere ricordato?

10 - Perché oggi un valdostano dovrebbe votare Uv?

pi.mi.

Indietro

Ti potrebbero interessare anche:

Visualizza la versione standard ›