CULTURA | martedì 22 ottobre 2019 01:35

CULTURA | 16 giugno 2019, 18:00

Gressan: Festa della Cultura con tante iniziative il clou venerdì 21 giugno

Il Comune di Gressan in occasione della IX° Festa della Cultura, al fine di mostrare il valore storico e architettonico di Maison Gargantua, museo etnografico nel borgo di Moline, aprirà la struttura dalle ore 17.00 di venerdì 21 giugno al fine di poter far visitare la struttura e la mostra TRILOGIA ospitata nell’ottagono dove gli scultori Dario Berlier e Fernando Regazzo e il pittore Giuseppe Tecco, conosciuti dal pubblico per la loro precisione e cura del particolare

Gressan: Festa della Cultura con tante iniziative il clou venerdì 21 giugno

Come di consueto la Festa della Cultura terminerà alle ore 18.00 con la premiazione da parte dell’Amministrazione comunale dei neolaureati, degli sportivi che si sono particolarmente distinti e di alcune personalità che hanno contribuito allo sviluppo culturale del nostro paese.

L’assessore all’istruzione e cultura Erika Guichardaz sottolinea come “questa Festa della Cultura voglia continuare nel solco della valorizzazione delle eccellenze del nostro paese siano esse legate al patrimonio culturale che alle competenze dei nostri compaesani. Quest’anno tra i premiati l’Académie Saint-Anselme con cui questa amministrazione fin dall’inizio della legislatura ha lavorato e instaurato una fattiva collaborazione è per me motivo di grande soddisfazione. Nell’ultimo bollettino dell’Académie sono stati pubblicati gli atti della tavola rotonda in Ricordo di Marco Gal che ci ha visti collaborare per la prima volta insieme.”

L’assessore al turismo, sport e innovazione Stefano Porliod dal canto suo si dice “felice di premiare da una parte le giovani promesse che nascono dal tessuto sociale e sportivo di Gressan e dall’altra di riconoscere ad uno sportivo, di una disciplina meno praticata, la giusta gratificazione per i risultati conseguiti dopo anni di dedizione ed amore.” Il sindaco Michel Martinet premierà infine la gressaentze Curtaz Alina, donatrice di un appezzamento di terreno per la costruzione del C.E.A.  che “Con il suo gesto ha contribuito al miglioramento della qualità della vita di persone in difficoltà promuovendone l’integrazione sociale e collaborazioni con le risorse presenti sul territorio per favorire processi di trasformazione culturale e di sensibilizzazione del contesto sociale”.

I neolaureati che non avessero ancora segnalato il loro nominativo possono farlo entro lunedì 17 giugno in comune.

La manifestazione si concluderà con un vin d’honneur organizzato dalla Pro Loco di Gressan.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore