Governo Valdostano | domenica 21 luglio 2019 11:26

Governo Valdostano | 15 giugno 2019, 10:25

Accordo Regione-Csv per potenziare e sostenere il volontariato sociale

Gremita la saletta regionale per la firma dell'accordo

Gremita la saletta regionale per la firma dell'accordo

È stato firmato ieri venerdì 24 giugno,  a Palazzo regionale, dall’assessore alla Sanità, Mauro Baccega e dal Presidente del CSV Vda, Claudio Latino il Protocollo d’intesa tra l’Amministrazione regionale e il CSV.

Due sono le finalità dell’accordo. Da una parte accompagnare e sostenere il passaggio tra il vecchio e il nuovo regime alla luce dell’applicazione delle novità introdotte dalla Riforma nei tre ambiti di intervento (volontariato, impresa sociale e servizio civile universale); dall’altra ampliare le competenze delle associazioni di nell’ambito della progettazione di attività che vanno dall’ideazione alla redazione del progetto, dalla realizzazione alla rendicontazione delle spese.

"La Regione – ha commentato l'assessore Baccega – non gestisce direttamente le attività né i fondi ma è responsabile del Piano operativo regionale assegnato in gestione ad un’associazione di volontariato e mantiene il ruolo di coordinamento dei rapporti con il Ministero e il proprio territorio, attribuendo al volontariato un ruolo di primo piano nelle progettazione e nella realizzazione di attività in relazione all’attuazione della Riforma e alle azioni con ricadute sulle associazioni e sulla comunità.

In questo ambito il Csv, di cui si celebrano quest’anno 20 anni di attività, è un punto di riferimento importante per tutto il territorio. La firma del Protocollo rientra nell’ambito dei lavori del Consiglio direttivo di CSVnet, il Coordinatore nazionale dei centri di servizio per il volontariato, ospitati per la prima volta in Valle d’Aosta.

"Il Csv - commenta il Presidente della Giunta, Antonio Fosson – ha avuto la capacità di fare sintesi e di valorizzare il mondo del volontariato. La Valle d’Aosta conosce bene il valore della solidarietà perché ha dovuto unirsi, in passato, per sopravvivere alle difficoltà dell’ambiente montano. Da questa sensibilità nasce la vicinanza e la condivisione dei valori del volontariato".

red. pol.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore