CISL VdA | martedì 18 giugno 2019 05:36

CISL VdA | 14 giugno 2019, 15:20

Le tute blu valdostane alla manifestazione dei metalmeccanici a Milano

Fausto Renna al centro con la bandiera Cisl

Fausto Renna al centro con la bandiera Cisl

“Siamo preoccupati per come sta andando il nostro paese dove la  crescita è pari a zero, scendono gli investimenti, cala la produzione industriale”. Il commento è di Fauso Renna, segretario della Fim-Cisl Valle d’Aosta che ha guidato, con Jean Dondeynaz, segretario generale regionale, la delegazione cislina alla manifestazione dei metalmeccanici a Milano. A Milano, infatti, hanno sfilato anche i sindacati valdostani per contestare le politiche del governo centrale. "La mobilitazione del sindacato continua per cambiare le scelte economiche sbagliate del governo che stanno portando drammaticamente di nuovo l'asticella in basso.

“Questo – sottolinea Jean Dondeynaz - non e' accettabile, rischiamo di buttare via i tanti sacrifici fatti dagli italiani e dalle italiane in un lungo periodo di crisi”. Il sindacato vogliamo che al centro ci sia il lavoro, altrimenti ogni strumento del sindacato verrà utilizzato. In ogni caso valuteremo unitariamente”. Lo ha dichiarato la Segretaria generale della Cisl, Annamaria Furlan, a margine del  corteo in occasione dello sciopero nazionale dei metalmeccanici Fim Fiom Uilm a  Firenze. “Chiediamo una svolta, un cambiamento vero nella linea economica e sociale di questo governo” ha detto Annamaria Furlan, segretaria nazionale generale Cisl che chiede più investimenti nelle infrastrutture, lo sblocco di quelle medie e quelle grandi bloccate dal governo almeno per quest'ultimo anno, e investimenti su innovazione,  ricerca e  formazione”.

La manifestazione è stata anche l’occasione per richiamare l’attenzione sulla sicurezza nei luoghi di lavoro. Un tema sul quale il governo e' completamente latitante. Gravi responsabilità ce l'hanno anche le imprese. Ogni mese un bollettino di guerra. Quasi ogni giorno, in quasi tutti i settori produttivi, qualcuno muore di lavoro, ed anche lo sblocca appalti che allarga la possibilità di dare sub-appalti non sarà certo una cosa che fa bene alla salute e alla prevenzione sul lavoro.

red. eco.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore