CRONACA | martedì 25 giugno 2019 14:43

CRONACA | 12 giugno 2019, 09:21

Barista a cliente, 'napoletani rubano' ma per pm non c'è reato

Barista a cliente, 'napoletani rubano' ma per pm non c'è reato

Avrebbe rifiutato di trasmettere nel bar delle Guide di Courmayeur la partita di calcio Milan-Napoli, dicendo al cliente che glielo aveva chiesto che "non gli piacevano i napoletani perché sono tutti ladri".

Il vice procuratore onorario di Aosta Sara Pezzetto ha chiesto al giudice di pace l'archiviazione dell'indagine per diffamazione a carico del gestore del bar, aperta dopo una querela di un quarantottenne originario di Caserta e residente a Milano, a cui rimane ora la strada del giudizio civile.

I fatti risalgono al 26 gennaio scorso. Il comportamento, secondo la procura guidata da Paolo Fortuna, non configura il reato di diffamazione in quanto l'offeso era presente e neppure quello di ingiuria, ormai depenalizzato.

Inoltre in base a una sentenza della Cassazione, non si può neppure parlare di "odio razziale o etnico" dato che manca un "sentimento idoneo a determinare il concreto pericolo di comportamenti discriminatori".

ansa-rava

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore