Eccellenze Valdostane | martedì 25 giugno 2019 14:40

Eccellenze Valdostane | 10 giugno 2019, 12:00

I viticoltori valdostani pluripremiati al Città del Vino

Successo dei vignerons al 18° concorso enologico internazionale delle Città del Vino svolto a Frascati. 20 i vini della più piccola regione d’Italia in concorso sui 1250 campioni in gara, grazie alle aziende La Vrille di Hervé Daniel Deguillame di Verrayes, La Crotta di Vegneron Coop. Agr. di Chambave, Az. Ag. Le Grain di Berthod Claudio, La Source SAS di Celi Stefano e C. di Saint-Pierre, Cave des Onze Communes Soc. Coop. Di Aymavilles, Institut Agricole Regional di Aosta, Società Agricola Grosjean Vins s.s. di Quart

Una delle 12 commissioni di giudici, da sn: Luigi De Sanctis (produttore laziale), Pedro Correia (enologo portoghese), Stefano Carletto (corrd. reg.le citta del vino valle d'aosta), Micaela studente dell'istituto alberghiero con la docente assistente di sala, José Arruda (portoghese, delegato ReCeVin), Enzo Giorgi (Sommelier e coord. reg.le Liguria Città del Vino), Arno Bauer (enologo Lussemburghese).

Una delle 12 commissioni di giudici, da sn: Luigi De Sanctis (produttore laziale), Pedro Correia (enologo portoghese), Stefano Carletto (corrd. reg.le citta del vino valle d'aosta), Micaela studente dell'istituto alberghiero con la docente assistente di sala, José Arruda (portoghese, delegato ReCeVin), Enzo Giorgi (Sommelier e coord. reg.le Liguria Città del Vino), Arno Bauer (enologo Lussemburghese).

Quest’anno (ma ormai una consuetudine) la battaglia è stata con i portoghesi ma anche con il territorio della Città Europea del Vino 2019 del Sannio (Benevento). Le giurie hanno avuto sui tavoli delle eccellenze davvero superiori alle medie degli anni precedenti costringendo di fatto, in sede di classifica, a non poter assegnare le medaglie d’argento avendo raggiunto la quota del 30% totale dei vini premiati prevista dall’OIV e il fatto che les valdôtains si siano comunque distinti rappresenta un fiore all’occhiello di non poco conto.

5 dunque le medaglie conquistate; 2 le Gran Medaglie d’Oro (punteggio superiore a 92 punti su 100) con una conferma ormai consolidata da anni per La Vrille di Hervé Daniel Deguillame (Verrayes) con il Chambave Muscat Flétri 2016 (punti 93.00) e per La Crotta di Vegneron Coop. Agr. (Chambave) con il Chambave Moscato Passito Prieuré 2017 (punti 92.60).

Le 3 medaglie d’Oro conquistate (punteggio da 87 a 91.80 punti) hanno rappresentato la novità per i vini presentati e anche per i produttori: l’Az. Ag. Le Grain di Berthod Claudio di Saint-Pierre ha impressionato i giudici col suo Rosé Valle d'Aosta (base pinot noir) valutato 89.40, come pure bene hanno fatto La Source SAS di Celi Stefano e C. Soc. Agr. con la Valle d'Aosta DOP Petite Arvine 2016 (87.80) e la Cave des Onze Communes Soc. Coop. Con il Gewurtztraminer (87.40).

"Gli argenti non sono stati assegnati ma la Vallée - sottolinea Stefano Carletto, coordinatore Città del Vino VdA - ha superato gli 82 punti (ipotetico argento) con ben 9 vini per un totale di 14 medaglie su 20. Un grazie a tutti i vignerons per il gran lavoro, per la fiducia in quello che anno dopo anno sta diventando uno dei concorsi enologici più importanti d’Italia (come campioni è secondo solo a Vinitaly).

red. eco.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore