Salute in Valle d'Aosta | martedì 17 settembre 2019 13:23

Salute in Valle d'Aosta | 27 maggio 2019, 14:12

In aumento in Valle le sempre più efficaci terapie 'antidolore'

In aumento in Valle le sempre più efficaci terapie 'antidolore'

Sanità valdostana sempre più 'a misura di terapia antidolore', come dimostrano dati incontrovertibili. Sono state 5.600 le prestazioni ambulatoriali del 2018 effettuate dal Servizio di terapia del dolore dell'Usl della Valle d'Aosta. Di queste 600 nella sede di Donnas e 170 in quella di Morgex; 1.400 i trattamenti antalgici mininvasivi effettuati in regime di day hospital. I dati sono stati diffusi alla vigilia della 19esima Giornata del sollievo che si è svolta in tutta Italia domenica 26 maggio.

Lo scorso anno in Valle d'Aosta, inoltre, sono state 1.160 le sedute di agopuntura dell'Usl; di queste circa 800 a favore di pazienti oncologici per disturbi correlati alla loro patologia. A coloro che devono essere sottoposti a trattamenti maggiori e a quelli affetti da fibromialgia viene anche assicurato il supporto psicologico.

Secondo il commissario dell'azienda sanitaria valdostana Angelo Pescarmona, l'Usl "è stata tra le prime in Italia a dotarsi di un Comitato ospedale senza dolore, poi allargato anche al territorio, e nel corso degli anni ha sviluppato entrambe le Reti regionali previste dalla legge".

"L'attenzione alla sofferenza, conseguenza non solo di un dolore fisico ma soprattutto di un disagio psicologico, - spiega l'assessore regionale alla sanità, Mauro Baccega - è presa in carico dalle Strutture aziendali in modo trasversale attraverso operatori medici, psicologi e infermieri che cercano di alleviare i disagi provocati dalla malattia e da situazioni di vita complesse che necessitano di un accompagnamento adeguato".

i.d.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore