Consiglio Valle | mercoledì 21 agosto 2019 21:20

Consiglio Valle | 27 maggio 2019, 00:16

Elezioni europee, oltre 53.000 i valdostani al voto ma l'astensione resta alta

Elezioni europee, oltre 53.000 i valdostani al voto ma l'astensione resta alta

Sono stati 53.168, su 102.417 elettori aventi diritto di voto, i valdostani che dalle 7 alle 23 di domenica 26 maggio si sono recati alle urne nei 74 comuni per eleggere il nuovo Parlamento europeo, ovvero il 51,91%. Alle elezioni europee del 2014 aveva votato invece il 49,58%. Ad Aosta la percentuale si è attestata sul 53,23% (era stata del 52,16% cinque anni fa).

Valgrisenche il Comune con la maggiore affluenza, 68,52%; la più bassa è stata a Saint-Rhémy-en-Bosses con il 38,48%.

Le urne sono state chiuse alle 23 e lo spoglio è inizia subito dopo. I risultati sono attesi nella notte.

Gli elettori hanno trovato sulla scheda 16 partiti: nell’ordine sono Popolari per l’Italia, +Europa, Partito Comunista, Il Popolo della Famiglia – Alternativa Popolare, Partito Pirata, Europa Verde, La Sinistra, Forza Italia, Fratelli d’Italia, MoVimento 5 Stelle, CasaPound – Destre Unite, Lega, Forza Nuova, Partito Animalista, Partito Democratico – Siamo europei e Autonomie per l’Europa.

In alcune liste vi erano candidati valdostani: Marco Gheller (Autonomie per l’Europa); Stefano Scopacasa (CasaPound); Chiara Giordano (La sinistra); Paolo Sammaritani (Lega); Piero Puozzo (Movimento 5 Stelle); Edda Crosa (Partito Democratico parteciperà Edda Crosa).

Per essere ammesse al Parlamento Europeo, le liste dovranno raggiungere almeno il 4% dei voti validi. Nel 2014 votò il 49,58% degli aventi diritto; finora l'unico parlamentare europeo valdostano è stato Luciano Caveri

p.g.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore