ATTUALITÀ ECONOMIA | giovedì 19 settembre 2019 21:47

ATTUALITÀ ECONOMIA | 25 maggio 2019, 09:53

Quando la 'fabbricazione digitale' è cultura che migliora la vita

Quando la 'fabbricazione digitale' è cultura che migliora la vita

Successo di pubblico alla Pépinière d’Entreprises di Aosta per l’evento sulla fabbricazione digitale dal titolo 'Stampa 3D, taglio laser, microcontrollori opensource, tra artigianato, design e industria. Come la mass customization potrebbe cambiare la nostra vita quotidiana dall´enviroment alla cura'.
“La fabbricazione digitale di cui i fablab sono il luogo simbolo - ha spiegato Daniele Cattaneo, hub manager della Pépinière - negli ultimi anni e´ stata al centro di una apologia entusiastica, non sempre attenta a raccontare le reali ricadute di mercato. I Fablab hanno finito con il restituire, soprattutto al mondo produttivo, l’immagine indifferenziata di nuovi designer o artigiani digitali come quella di una bohéme para artistica che, saltuariamente, produce idee e contenuti per l’impresa e, nel resto del tempo, si divide tra happy hour, quartieri “gentrificati”, eventi sull´innovazione”.

Carlo Boccazzi Varotto, partendo da una delle più significative esperienze italiane, quella di Hackability, ha raccontato come, dall'oreficeria alla realizzazione di soluzioni medicali, sia in atto una piccola rivoluzione e come stampanti 3d, macchine taglio laser e microprocessori programmabili, potrebbero avere una fondamentale importanza nella struttura della produzione e dei consumi dei prossimi anni.

val.pra.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore