CRONACA | domenica 18 agosto 2019 01:28

CRONACA | 24 maggio 2019, 19:34

Frode appalto piscine, la Regione si costituisce parte civile

Frode appalto piscine, la Regione si costituisce parte civile

La Giunta regionale ha approvato la costituzione di parte civile nel procedimento penale per frode nelle pubbliche forniture relativo ai corsi di nuoto organizzati - tra il settembre 2017 e il settembre 2018 - nelle piscine regionali di Aosta, Verres e Pré-Saint-Didier.

Per i carabinieri e per la procura i corsi erano demandati a società sportive e, in difformità dal contratto tra Regione e società Regisport (che nel giugno 2017 si è aggiudicata per 5,3 mln la gestione delle tre piscine per dieci anni), a volte con durata inferiore (45 minuti anziché un'ora) e costo superiore (tra 50 centesimi e tre euro ogni 60 minuti) al previsto.

A gennaio l'avviso di fine indagini era stato notificato a Nicola Abbrescia, legale rappresentante di Regisport, Gianluca Fea, membro del cda di Regisport (è anche dirigente della struttura Edilizia residenziale dell'assessorato regionale Opere pubbliche), Maurizio Fea e Pamela Sorbara, rispettivamente di Natatio omnibus e Aosta nuoto (società che organizzano i corsi).

red. cro.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore