CRONACA | lunedì 21 ottobre 2019 05:22

CRONACA | 22 maggio 2019, 16:51

Percezione indebita di contributi, condannato ex presidente Crer VdA

Il pm Luca Ceccanti

Il pm Luca Ceccanti

Un anno di carcere, con pena sospesa, è la condanna inflitta dal tribunale collegiale di Aosta a Enzo Baccega, 64 anni, ex presidente del Crer Valle d'Aosta, il Circolo ricreativo ente Regione-enti locali.

Disposta inoltre la confisca dei suoi beni fino al raggiungimento della cifra di 103 mila 500 euro. Baccega era imputato per indebita percezione di contributi pubblici: in base alle indagini della Guardia di finanza, coordinate dal pm Luca Ceccanti, Baccega non avrebbe indicato un saldo passivo nei rendiconti e avrebbe omesso di indicare i ricavi legati alla gestione di attività commerciali come il tennis. Senza i presupposti di legge, tra il 2012 e il 2015, avrebbe quindi percepito indebitamente contributi regionali per circa 90 mila euro.

Nel febbraio 2017 l'allora presidente dimissionario della seconda Commissione del Consiglio Valle, Leonardo La Torre, aveva parlato di "un'allegra gestione dei fondi pubblici, un disastro all'interno del Crer, una gestione superficiale": l'allora presidente dimissionario del Crer Vincenzo Caminiti (consigliere comunale Gruppo misto di minoranza ndr) aveva appena illustrato i bilanci del circolo, rispetto ai quali aveva già segnalato incongruità alla Regione e aveva inoltrato un esposto alla Procura.


 

red. cro.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore