ATTUALITÀ ECONOMIA | martedì 25 giugno 2019 14:45

ATTUALITÀ ECONOMIA | 18 maggio 2019, 09:36

Proposte per creare gli 'smart villages' valdostani

Proposte per creare gli 'smart villages' valdostani

E' organizzato per giovedì 23 e venerdì 24 maggio, a Courmayeur, il primo convegno internazionale in Valle dedicato agli Smart Villages.

E' realizzato nell’ambito degli eventi della Presidenza italiana della Strategia Europea per la Regione alpina (EUSALP) per il 2019, dalla Presidenza della Giunta e dall'assessorato degli Affari europei, Politiche del lavoro, Inclusione sociale e Trasporti.

L’iniziativa europea promuove l’applicazione di soluzioni innovative nei piccoli centri e nelle aree rurali per garantire l’erogazione dei servizi di base e lo sviluppo economico sostenibile al fine di contrastare lo spopolamento dei villaggi alpini.

L’obiettivo è di evidente importanza per i territori alpini il cui futuro dipenderà sempre di più, negli anni a venire, dall’efficace applicazione di soluzioni di questo tipo e dalla capacità di fare rete per veicolare con successo le esigenze di un territorio meraviglioso come la montagna ma sovente difficile da vivere.

La Valle d’Aosta si appresta quindi a divenire per due giorni il centro d’Europa, radunando i rappresentanti tecnici e politici che saranno chiamati nel prossimo futuro ad applicare sul territorio le soluzioni individuate per rendere i villaggi intelligenti.

Questa è la formula con cui saranno organizzati i lavori: durante il primo giorno, giovedì 23 maggio, al Centro congressi di Courmayeur, dopo un  saluto del Presidente della Regione e del Sindaco di Courmayeur, si succederanno gli interventi e i dibattiti degli esperti che a livello tecnico hanno fino ad ora portato avanti i lavori sul tema. Si susseguiranno i contributi dei rappresentanti del Programma di Cooperazione territoriale ESPON, della Rete europea per lo Sviluppo rurale (il soggetto che per primo ha evocato e sostenuto l’esigenza di politiche europee specifiche per i piccoli centri e le aree rurali) e degli altri soggetti che negli anni passati hanno lavorato nell’ambito dei villaggi intelligenti o su temi attigui, quali ad esempio la Smart Mobility.

Il giorno successivo, venerdì 24 maggio, invece, i lavori riprenderanno in una location d’eccezione, la stazione Pavillon della Sky Way Monte Bianco, dove i rappresentanti politici dei territori alpini, tra cui l’Assessore all’Ambiente e Clima della Regione Lombardia, l’Assessore allo Sviluppo economico e all’Imprenditoria della Regione Liguria, l’Assessore alle Infrastrutture e al Territorio della Regione Friuli Venezia Giulia, il Consigliere membro della Commissione Trasporti e Porti della Regione francese Sud – Provence-Alpes-Côte d’Azur  e un rappresentante  del Parlamento federale svizzero, assieme all’Assessore agli affari europei, politiche del lavoro, inclusione sociale e trasporti della Regione Autonoma Valle d’Aosta, saranno i protagonisti di una tavola rotonda politica sui temi di maggiore interesse per il futuro sviluppo dell’iniziativa Smart Villages.

L’evento - promosso dalla Regione attraverso la collaborazione tra l’Ufficio di rappresentanza a Bruxelles dell’Assessorato agli affari europei, politiche del lavoro, inclusione sociale e trasporti e la Struttura sistemi tecnologici della Presidenza della Regione, a capo del Gruppo di Azione 5 di EUSALP incentrato sui temi della connettività e dell’accessibilità ai servizi di interesse generale - è il secondo appuntamento valdostano della Presidenza EUSALP 2019, dopo quello del 2 e 3 aprile, a Bard, che ha promosso lo sviluppo di Itinerari culturali del Consiglio d’Europa d’interesse per l’area alpina.

Il programma di dettaglio e maggiori informazioni sono reperibili sul sito dell’evento https://www.regione.vda.it/innovazione/smart_villages_i.aspx

red. pol.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore