Salute in Valle d'Aosta | mercoledì 22 maggio 2019 07:46

Salute in Valle d'Aosta | 15 maggio 2019, 19:13

All'Ospedale Parini una delle sale operatorie più all'avanguardia in Italia

All'Ospedale Parini una delle sale operatorie più all'avanguardia in Italia

Presente il gotha della Sanità valdostana alla cerimonia di inaugurazione della nuova sala operatoria ibrida polifunzionale all'ospedale 'Parini' di Aosta.

Fortemente voluta dal dirigente medico e oggi consigliere regionale Uv Flavio Peinetti, “È una realtà decisamente all’avanguardia. Il  dottor Parini ed il dottor Sicuro ne sarebbero orgogliosi - ha esordito il commissario Usl Angelo Pescarmona - la sala operatoria ibrida polifunzionale è una struttura di assoluta eccellenza che riunisce in un unico luogo sterile, sofisticate apparecchiature di diagnostica radiologica oltre a tutta la tecnologia presente in una sala operatoria”.

“Nella sala ibrida - ha illustrato il direttore della Struttura complessa di anestesia e rianimazione , Luca Montagnani - la presenza di apparecchiature diagnostiche e interventistiche all’avanguardia consente di svolgere una vasta gamma di interventi, sia nei casi di emergenza e nei politraumi, sia per diverse specialità : chirurgia vascolare, cardiologia , interventistica, neurochirurgia , urologia , endoscopia digestiva . In particolare , l’angiografo assiale consentirà di operare visualizzando real time l’intervento durante tutto il suo svolgimento, potendo così agire con più precisione e sicurezza per il paziente, adattando il tipo di intervento all’evolversi del quadro clinico".

Nella nuova sala  sarà possibile effettuare procedure complesse in pazienti ad alto rischio (dovuto all’età e alla presenza di importanti patologie ) utilizzando tecniche ‘ibride’ di diagnosi e terapia chirurgica grazie al lavoro di équipe dei diversi specialisti . Un altro punto di forza della sala ibrida è quello di poter fare lavorare insieme medici di diverse specialità (cardiologi, interventisti, chirurghi vascolari , radiologi , specialisti delle immagini , anestesisti e rianimatori) in concerto tra loro contemporaneamente sullo stesso paziente.”                           

 Soddisfatto anche l’assessore alla Sanità Mauro Baccega: “Questa sala è la migliore in ambito Europeo: è la ‘Ferrari’ delle sale operatorie ibride . Questa sala è il futuro per avere interventi sempre più performanti, e per la Valle d’Aosta è il presente, e dimostra la volontà del Governo di investire nella Sanità".

 

val. pra.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore