ECONOMIA | mercoledì 22 maggio 2019 07:50

ECONOMIA | 14 maggio 2019, 22:44

CSIR in Europa servono prosperità e serenità di rapporti

Si è svolto martedì 13 maggio, presso la sede Cisl-Valle d'Aosta, l'Ufficio di Presidenza del C S I R Consiglio Sindacale Interregionale Alpi-Arco Lemano, che raggruppa le Organizzazioni Sindacali CGIL, CISL, UIL del Piemonte, CGIL, CISL, SAVT della Valle d'Aosta e i Sindacati francesi di Auvergne - Rhône-Alpes della CGT, CFDT, CFTC, FO, UNSA CFE-CGC

Da sn: il tesoriere Guido Corniolo, il presidente Christophe Roserein e il vice presidente Jean Dondeynaz

Da sn: il tesoriere Guido Corniolo, il presidente Christophe Roserein e il vice presidente Jean Dondeynaz

All'ordine del giorno tre argomenti importanti e di attualità: le elezioni europee e il mantenimento di una Europa sociale e democratica; la viabilità internazionale alpina, con in particolare la posizione sindacale sulla Torino-Lione; il problema della immigrazione nei territori alpini e transfrontalieri.

Sull'Europa il CSIR Alpi-Arco Lemano ha ribadito e fatto proprie le posizioni espresse dalla CES- Confederazione europea dei sindacati : «una pace duratura non può che fondarsi sulla base della giustizia sociale» e che «il lavoro non è una merce».

"Come OO.SS. - ha spiegato Jean Dondeynaz, segretario generale della Cisl VdA - dobbiamo lavorare per la prosperità dell'Europa, per la serenità dei rapporti sociali, per una Europa aperta, democratica ed accogliente, capace di offrire prospettive e benessere ai propri cittadini".

I Sindacati del CSIR sono contro le politiche di austerità condotte negli ultimi anni dai Governi europei perché le stesse hanno aggravato la vita dei lavoratori, dei pensionati, dei giovani e dei disoccupati; favorendo l'euroscetticismo, i nazionalismi e le forze politiche antieuropee.

Il CSIR lavora per favorire il consolidamento di una Europa sociale.

Sulla Torino-Lione le OO.SS del CSIR richiamano la priorità del traspporto merci e persone dalla gomma alla rotaia. Questo grande progetto deve essere un esempio per quanto attiene la concertazione locale, il rispetto della democrazia, la presa in considerazione delle realtà territoriali interessate, le opportunità di sviluppo delle regioni coinvolte dall'opera e la messa in atto di tutte le precauzioni per la salute e il benessere di tutte le popolazione e dei lavoratori interessati.

Per quanto concerne il problema immigratorio che interessano i nostri terrritori, il CSIR Alpi- Arco Lemano incontrerà a Chambery, nei primi giorni di luglio, le Ornanizzazioni di volontariato che operano nelle nostre regioni per organizzare una serie di incontri informativi per i lavoratori immigrati, confermando che solo una politica della accoglienza e dell'inserimento sociale porterà ad uno sviluppo sostenibile delle nostre regioni.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore