CULTURA | martedì 16 luglio 2019 07:06

CULTURA | 11 maggio 2019, 20:44

E i giovani propongono nuove idee per la valorizzazione dell'arredo urbano

Venerdì 10 maggio 2019 presso la Sala Maria Ida Viglino del Palazzo regionale di Aosta, si è svolta la presentazione pubblica e la premiazione dei progetti elaborati dalle classi delle scuole secondarie partecipanti al Concorso di idee “Coltiviamo il nostro futuro”, per la valorizzazione di un luogo pubblico di verde urbano, situato nel territorio di riferimento della propria scuola

E i giovani propongono nuove idee per la valorizzazione dell'arredo urbano

Otto le classi che si sono alternate sul palco per presentare il proprio progetto realizzato  durante l’anno scolastico 2018-2019, utilizzando anche i video e le forme promozionali  richieste dal Bando.  Sei le istituzioni scolastiche coinvolte: la Emile Lexert (classe 1C, Prof. Gianpaolo Ducly),  l’Eugenia Martinet (istruzione degli adulti, Prof.ssa Maria Lancerotto), il Liceo artistico (classi  3A e 3B, Prof.ssa Elisa Terrazzino), la San Francesco (classe 2D, Prof. Tiziano Gamerro) di  Aosta, oltre a l’i.s. Mont Emilius 2 di Quart (classi 1C, Prof.ssa Orietta Bononcini e 1D,  Prof.ssa Elisa Bortot) e alla Luigi Barone di Verrès (1A, Prof.ssa Michela Herera).

Per quanto riguarda la città di Aosta, gli studenti hanno sviluppato interessanti riflessioni sul  loro territorio e gli spazi comuni, per arrivare a scegliere alcune aree quali il parco di V.  Monte Solarolo (i.s. Lexert, progetto “Un parco per tutti”), l’area adiacente la Torre dei Balivi  angolo v. antica Zecca (i.s. San Francesco, progetto “Il parco del Capricorno”), lo spazio  verde di Place soldats de la neige (i.s. Martinet, progetto “La piazza spiazzata”), il parco di v.  Carducci (3A Liceo artistico, progetto “Ecogarden”), Piazza Narbonne (3B Liceo artistico,  progetto “La piazza degli odori”). 

Le scuole medie di Quart e Verrès, con una prospettiva di concretezza e attenzione alla  propria dimensione collettiva quotidiana, hanno scelto di valorizzare gli spazi verdi della  scuola: progetti della scuola di Quart “Nous sommes le futur!” (1C) e “Tout commence par  un projet” (1D) e “Pulito è bello” della 1A di Verrès.

Al progetto della classe dell’Istruzione adulti della Martinet va riconosciuto un notevole  approfondimento e la capacità di sviluppare con coerenza e originalità l’idea di  valorizzazione di un luogo, in stretta connessione con il quartiere di riferimento, il quartiere  Cogne, dando vita ad un processo partecipativo della comunità.  Particolarmente articolato il lavoro svolto dal Liceo artistico che con una metodologia  didattica di divisione in gruppi di lavoro ha svolto un’indagine articolata sull’intera città,  elaborando molteplici idee progettuali, dal Parco Emilio Lussu (giardini della stazione), al  parco di Rue de petit séminaire, al Parco “Quartiere Dora”.

Lavoro complesso che unisce le  idee alla buona grafica e che andrebbe valorizzato in separata sede. L’assessore Andrea  Paron del Comune di Aosta durante la mattinata ha proposto di organizzare un ulteriore  momento di condivisione pubblica dei progetti presentati. Apprezzamento per i progetti  delle scuole del Villair è stato espresso dall’Assessore comunale di Quart Milena Zanardi,  che ha sottolineato l’impegno che l’amministrazione vorrà assicurare alla loro realizzazione. 

Il Sindaco di Verrès, Alessandro Giovenzi, ha confermato la disponibilità della sua  amministrazione a continuare la collaborazione con i ragazzi per la concretizzazione del  progetto.  Le associazioni organizzatrici hanno manifestato soddisfazione per il livello dei lavori  presentati e auspicano che possano fungere da stimolo per le amministrazioni locali, anche  rispetto al metodo di coinvolgimento dei cittadini nelle idee progettuali.

Tutti i progetti  hanno raggiunto lo scopo di attivare gli studenti in prima persona rispetto ai temi della  valorizzazione dei luoghi di verde pubblico e della cura del bene comune. Hanno sviluppato  idee di miglioramento estetico e funzionale degli spazi scelti, con particolare riguardo alla  sostenibilità ambientale e all’aumento della fruibilità e attrattiva dei luoghi.

Nello spirito non  competitivo del Bando, sono stati assegnati attestati di merito e partecipazione a tutti i  partecipanti, che sono stati premiati con visite didattiche o libri sul tema dei buoni modelli  di gestione dei luoghi di verde pubblico. Per i premi gli organizzatori hanno ringraziato la Pro  loco di Gressan, la Pro loco di Morgex, l’associazione amici del Tour de Villa e la Presidenza  del Consiglio regionale. 

Il Concorso di idee, che ha avuto il patrocinio e sostegno della Regione Autonoma Valle  d’Aosta, è stato organizzato da dodici associazioni e enti valdostani: Associazione di  Agricoltura biologica e biodinamica VdA, Ciboèsalute, Fondazione Sistema Ollignan, Forme  Vitali, Gas Aosta-Gruppo d’acquisto solidale, Girotondo, L’Agrou, Legambiente, Maison  desAnciensRemèdes, Movimento per la Decrescita felice, Slow Food VDA, Università della  Valle d’Aosta – Dipartimento di Scienze umane e sociali. L’iniziativa è stata sostenuta dalla  Farmacia Dottor Nicola di Aosta. 

Le associazioni e gli enti valdostani:  Associazione di agricoltura biologica e biodinamica  Ciboèsalute Fondazione  Sistema Ollignan Forme Vitali  Gas Aosta-Gruppo d’acquisto solidale  Girotondo  L’Agrou  Legambiente  Maison des Anciens Remèdes  Movimento per la Decrescita felice  Slow Food VDA  Università della Valle d’Aosta – Dipartimento di Scienze umane e sociali.

red. cro.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore