Aosta Capitale | martedì 18 giugno 2019 05:36

Aosta Capitale | 11 maggio 2019, 07:41

Aosta: Architetti e Arer insieme per trasformare Aosta in 'città sociale'

Degrado urbano al quartiere Cogne di Aosta

Degrado urbano al quartiere Cogne di Aosta

Architetti e Agenzia Arer insieme per fare di Aosta una città 'a misura di sociale'. Sarà presentato venerdì 17 maggio alle 14,30, a Palazzo regionale, il simposio 'Dal Quartiere Cogne al social housing - un nuovo progetto per Aosta, pratiche virtuose dell'abitare sociale'.

"Obiettivo del Social Housing - si legge in una nota dell'architetto Sandro Sapia, curatore del convegno - non è quello di risolvere il problema casa, quanto piuttosto quello di contribuire a costruire, attraverso modalità innovative e sperimentazioni concrete, una nuova politica abitativa”.

L’idea di organizzare un Convegno sulla tematica del Social Housing nasce dalla nuova collaborazione dell’Ordine degli architetti con l’Azienda regionale di edilizia residenziale (Arer): la mostra 'La città che cresce-Le quartier Cogne à Aoste' svoltasi l’inverno scorso, la consegna dei nuovi condomini realizzati al margine del quartiere Cogne con la nuova sede dell’Arer, il Contratto di quartiere sono le occasioni che hanno portato a studiare i contenuti del Convegno.

Continua Sapia: “L’Housing Sociale vuole dare risposte alle esigenze abitative, creando nel contempo spazi per la socialità e la condivisione, intraprendendo azioni di rigenerazione e riqualificazione urbana nonché di risparmio energetico.”

Non si tratta di interventi puntuali, ma di un programma che coinvolge figure professionali diverse e nello stesso complementari, comunità abitanti e istituzioni. La scala edilizia si espande per diventare progettazione e rigenerazione urbana e i progettisti non sono più solo i tecnici, ma tutte quelle professionalità che sanno rispondere alle richieste psicologiche, sanitarie, legali, economiche degli abitanti.

Non è superfluo sottolineare che questa è una delle prime volte che in Valle d’Aosta una varietà di competenze possono incontrarsi, scambiare sensazioni e consigli per creare una concreta possibilità di riuscita di un progetto di social housing.

Il Convegno che verrà proposto il 17 maggio vuole essere un’illustrazione pubblica di come il concetto di 'casa' sia di fondamentale importanza per l’uomo, attraverso l’analisi antropologica condotta dalle professoresse Anna Maria Pioletti e Nora Demarchi (Università della Valle d’Aosta).

Il Presidente di Arer, l'architetto Paolo Varetti, illustrerà con lo psicologo Stefano Ghidoni  come si è sviluppata e che cosa determina la redazione del Contratto di Quartiere I per il quartiere Cogne.

Il quartiere CasaNova a Bolzano rappresenta una delle buone pratiche del costruire generate da elementi virtuosi di governo del territorio. Sarà l’architetto Michele Stramandinoli - Istituto Nazionale di Urbanistica Alto Adige - a presentare l’esperienza altoatesina.

Gli interventi di Giordana Ferri (FHS) e Luisa Ingaramo (Compagnia San Paolo) si soffermeranno sulle Fondazioni, che intendono contribuire per risolvere il problema abitativo, nonché favorire la creazione di contesti abitativi per sperimentare relazioni positive con gli altri abitanti della comunità, supportati da una rete di servizi.

 

i.d.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore