Aosta Capitale | mercoledì 18 settembre 2019 05:46

Aosta Capitale | 04 maggio 2019, 11:26

Aosta: Sindaco Centoz, 'agressione migrante a operatore sociale è conseguenza del decreto sicurezza'

Il sindaco di Aosta, Fulvio Centoz

Il sindaco di Aosta, Fulvio Centoz

Per il sindaco di Aosta, Fulvio Centoz, l'aggressione da parte di un migrante a un operatore della cooperativa sociale 'La Sorgente' avvenuta giovedì "è una conseguenza del 'decreto sicurezza' voluto dal ministro Salvini: persone che non avendo più titolo non sono più prese in carico da nessuno".
Secondo Centoz "per la Lega è semplice: si scarica sugli operatori e sulle comunità locali il problema. Come nascondere la polvere sotto il tappeto: prima o poi i problemi vanno affrontati e le persone non possono essere cancellate; non ci si può voltare dall’altra parte".
Il primo cittadino di Aosta annuncia dunque l'intenzione di convocare una riunione "con i soggetti coinvolti per capire cosa il Comune può fare, nel rispetto della legalità, per supplire alle mancanze dell’attuale legislazione". Centoz si è detto pronto ad incontrare il richiedente asilo autore dell'aggressione, che è stato denunciato dalla polizia e rischia l'espulsione dal Paese.

p.g.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore