ATTUALITÀ | lunedì 16 settembre 2019 17:09

ATTUALITÀ | 24 aprile 2019, 15:41

Da Aosta a Saint-Vincent la Valle celebra il 70esimo della Liberazione

Da Aosta a Saint-Vincent la Valle celebra il 70esimo della Liberazione

Diverse iniziative in Valle per celebrare, giovedì 25 aprile, il 74esimo anniversario della Liberazione.

Ad Aosta verrà ricordato con una serie di iniziative organizzate o patrocinate dall’Amministrazione comunale di concerto con il Comando Militare Esercito Valle d’Aosta, il Comitato valdostano dell’Associazione Nazionale Partigiani d'Italia, le Associazioni combattentistiche e d'Arma, l’Istituto storico della Resistenza e della Società contemporanea in Valle d’Aosta, l’UISP e l’Amministrazione regionale.

Il programma del cerimoniale del 25 Aprile prenderà avvio alle 9,30 nel Cimitero di Aosta con la deposizione di una corona al Sacrario dei caduti in guerra, a cui seguirà la Santa Messa. Successivamente, alle 10,30, verrà deposta una corona al Monumento ai caduti nel Giardino della Rimembranza di via Festaz.

Alle 10,40 le celebrazioni si sposteranno in piazza Chanoux dove si terranno l’alzabandiera, la deposizione di una corona al Monumento del Soldato valdostano e i discorsi celebrativi da parte del presidente dell’Anpi della Lombardia, Tullio Montagna, già senatore della Repubblica Italiana, e del senatore della Valle d’Aosta, Albert Lanièce.

Inoltre, verrà proposta la lettura dei primi sei articoli della Costituzione della Repubblica Italiana a cura di alcuni studenti valdostani: Giada Abbrescia, Lia D’Alessandri, Bin Lin, Nicole Quendoz e Miriam Slaviero - vincitori del concorso regionale “L’Europa di domani” che di recente hanno partecipato al “Viaggio della Memoria” nei campi di concentramento nazisti di Terezìn e di Auschwitz-Birkenau - e Giulia Sartore, nipote di Anna Cisero Dati, staffetta partigiana e per lunghi anni segretaria dell'ANPI regionale.

Nel pomeriggio, alle 16,30, in piazza Chanoux si terrà, invece, il concerto della Banda Municipale di Aosta che precederà la cerimonia dell’ammainabandiera, in programma alle 17,30.

A corollario della celebrazione si terranno alcuni eventi di carattere culturale. In particolare, al termine della cerimonia mattutina all’interno del padiglione del Festival della parola in Valle d'Aosta “Les Mots” si terrà l’esibizione dei cori “Vallée du Cervin”, “CCS Cogne” e “Musica Nostra”.

Alle 14,30 lo stadio “Mario Puchoz” accoglierà il Torneo di Calcio Trofeo “Donato Rosset” riservato alle categorie “Pulcini” e “Veterani”.

Infine, alle 15, con ritrovo sotto i portici di corso Battaglione Aosta, è prevista una passeggiata di istruzione nelle vie del quartiere Cogne dedicate ai protagonisti della Resistenza valdostana guidata dallo storico Paolo Momigliano Levi.

Gli altri appuntamenti 

Iniziativa storico-culturale-sportiva a Saint Vincent, dove alle 9 di giovedì 25 aprile prenderà il via la quarta edizione del trail “Sui sentieri e i luoghi della memoria” organizzato dal gruppo di Aosta di Emergency: saranno ripercorsi tragitti di guerra realizzati e attraversati oltre 70 anni fa dai partigiani della media valle, sui quali si è aspramente combattuto.

La Cgil Valle d’Aosta ha invece organizzato per domenica 28 aprile alle 17,30 in via Binel ad Aosta la proiezione del video realizzato dall’Anpi Vda dal titolo 'Racconto partigiano. Valle d’Aosta, testimonianze 1943-1945'.

Il documentario ripercorre le vicende della Resistenza valdostana da parte di nove protagonisti della guerra di Liberazione dal nazifascismo e dal nipote di una vittima della repressione nazista in Valle. La regia è di Stefano Viaggio, che ha raccolto le testimonianze, realizzando un racconto, in cui si ricostruiscono alcuni degli avvenimenti che portarono alla conquista della democrazia e dell’Autonomia per la nostra regione.

I protagonisti sono Aldo Gambaro, Guido Viola, Ferruccio Miazzo, Ferdinando Mognol (combattente nel Bosco del Cansiglio, nei pressi di Belluno), Sergio Mancini, Michele Arlian, Marino Berthod, Leo Champion, Ida Desandré e Alessandro Carlin (nipote di una delle vittime della repressione nazista nel villaggio di Molere, in Valsavarenche).

La musica originale di questo film-documentario è del compositore aostano Carlo Benvenuto. Alla raccolta delle interviste televisive hanno collaborato Mauro Lillaz, Erika Guichardaz, Daniela Bernini e Gianni Rigo. I contatti esterni e il coordinamento sono stati curati da Nedo Vinzio.

Ha collaborato alla realizzazione del film anche la sede Regionale Rai della Valle d’Aosta che ha messo a disposizione le immagini del film “Momenti di vita partigiana” realizzato da Octave Bérard nell’autunno del 1945.


 

red.pol.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore