POLITICA | venerdì 23 agosto 2019 09:48

POLITICA | 23 aprile 2019, 10:51

Verso verifica di maggioranza in Regione

Antonio Fosson e Claudio Restano sorridenti nel novembre 2016

Antonio Fosson e Claudio Restano sorridenti nel novembre 2016

Il lungo ponte tra Pasqua e il Primo Maggio ha convinto molti politici valdostani a trascorrere qualche giorno di vacanza lontani dai palazzi delle Amministrazioni.

Ma oggi e domani esponenti delle forze politiche di maggioranza regionale rimasti in Valle dovrebbero iniziare confronti per verificare la tenuta della coalizione, messa in crisi dal voto contrario del consigliere Claudio Restano (PnV) su un ordine del giorno relativo alla conferma dei vertici della Monterosaski.

I margini di governabilità sono stretti da tempo e la posizione assunta da Restano ha complicato la vita alla giunta del Presidente Antonio Fosson, da molti giudicato politicamente sempre più solo. "Non mi risulta l'avvio di una verifica 'seria' - afferma lo stesso Fosson - almeno non in questi giorni. Poi, per carità, ben vengano chiarimenti se necessari.

E il coordinatore di Pour notre Vallée-PnV, Fabio Gradi, risponde pubblicamente "a chi si è permesso di apostrofare l'azione politica del consigliere Restano definendolo giuda e traditore" ovvero i vertici dell'Union Valdotaine: "Rimandiamo al mittente gli insulti gratuiti rivolti al consigliere Claudio Restano da parte di chi purtroppo non ha niente da dire di così significativo. Sono accuse pesanti al limite della querela data la libertà di voto sancita dalla Costituzione, ma vogliamo restare indifferenti alle provocazioni, certi delle verità che emergeranno e sapendo quanti ignoranti sono rimasti sempre ben zitti quando era il momento di parlare o di votare per il cambiamento nei loro movimenti, pavidi erano e pecore restano".

 

p.g.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore