CULTURA | venerdì 23 agosto 2019 09:43

CULTURA | 21 aprile 2019, 20:22

Davide Riondino porta le novelle di Boccaccio a Les Mots

Davide Riondino e Arnaldo Colasanti sul palco di Les Mots

Davide Riondino e Arnaldo Colasanti sul palco di Les Mots

La comicità a volte stralunata di David Riondino e la musica della Taxi Orchestra (Sfom) con il rapper aostano Andrea “Sago” De Rienzo hanno accompagnato l’inaugurazione della decima edizione di Les Mots, il Festival della parola in Valle d’Aosta, che si svolge in piazza Chanoux ad Aosta.

Prima dello spettacolo, assessore regionale alla Cultura, Laurent Viérin, ha ricordato il decennale della manifestazione, nata in occasione di un suo incontro con quello che sarebbe diventato il direttore artistico del Festival, Arnaldo Colasanti.

Dopo il tradizionale taglio del nastro, all’interno della tensostruttura David Riondino ha aperto il primo di una lunga serie di appuntamenti che si susseguono sino al 5 maggio.

L’artista toscano ha preso spunto da due novelle di Boccaccio per raccontarle in musica per passare poi a narrare la vicenda del trombettiere italiano Giovanni Martini, unico sopravvissuto della battaglia di Little Big Horn nella quale furono uccisi il generale Custer ed i suoi trecento soldati.

Dopo aver rievocato la fantasiosa disavventura di una compagnia di Alpini, inviati per errore sulla spiaggia di Copacabana invece che in montagna, Riondino ha salutato il pubblico leggendo un ritratto di Pinocchio scritto da Umberto Eco e composto di sole parole inizianti con la lettera “P”.

a.b.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore