CULTURA | lunedì 26 agosto 2019 03:24

CULTURA | 21 aprile 2019, 17:00

25 APRILE: L'Istituto Storico richiama i valori della Resistenza

Le Conseil de direction de l’Institut invite également à rejeter toute menace susceptible de remettre en question les conquêtes de la démocratie et tout assujettissement autoritaire et totalitaire, quelles que soient ses intentions déclarées et sous n’importe quelle forme, militaire ou civile, laïque ou religieuse

25 APRILE: L'Istituto Storico richiama i valori della Resistenza

In occasione del 74° anniversario della Liberazione, il 25 aprile 2019 e nell’imminenza del 75° anniversario della morte di Émile Chanoux (vittima dei nazifascisti il 18 maggio 1944), l’Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea in Valle d’Aosta intende richiamare i principi che hanno ispirato l’azione della Resistenza, che sono alla radice dell’autonomia valdostana, e rendere omaggio alla passione e al sacrificio di chi, con il pensiero, con la lotta politica e con le armi, ha rovesciato la dittatura fascista e ha permesso la nascita delle istituzioni democratiche di cui l’Italia oggi gode.

L'Istituto si rivolge particolarmente ai giovani che hanno ereditato come frutto delle lotte delle generazioni passate, un paese in pace nel quadro dell’Unità Europea, delle istituzioni rispettate, della sicurezza nella vita pubblica e privata, della libertà di pensiero, di movimento, di iniziativa. Queste conquiste, pagate a caro prezzo, sono state sognate, preparate, acquisite con chiara consapevolezza. Ricordare da dove scaturisce il nostro presente di democrazia è un presupposto necessario per apprezzarne l’immenso valore.

Nel prendere atto "con viva preoccupazione, del rigurgito in Europa e in Italia di ideologie e pratiche illiberali, autoritarie, discriminatorie", l'Istituto fa appello ai decisori e ai cittadini e alle cittadine affinché sostengano i fondamenti della convivenza civile: la democrazia rappresentativa, la laicità dello Stato, l’alternanza politica, il rispetto delle minoranze, la valorizzazione dei corpi intermedi, la tutela di fronte agli abusi delle autorità, la solidarietà, l’uguaglianza di opportunità per chiunque risieda in Italia e in Europa.

Le Conseil de direction de l’Institut de la Résistance et de la société contemporaine en Vallée d’Aoste encourage la population à concevoir ces anniversaires comme des journées du souvenir et de réflexion, consciente qu’elle est en train de vivre un présent démocratique aussi riche d’opportunités que de dangers latents.

red. cro.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore