POLITICA | martedì 23 aprile 2019 14:41

POLITICA | 17 aprile 2019, 14:19

Da Casino 113 milioni alla Regione in poco più di sei anni

Il capogruppo di Stella Alpina, Pierluigi Marquis

Il capogruppo di Stella Alpina, Pierluigi Marquis

Le imposte versate dal Casinò alla Regione dal 2012 al 2018 ammontano a oltre 68 milioni euro, mentre il totale delle decadi è stato di più di 44 milioni di euro, per un totale complessivo di 113 milioni di euro di entrate nel bilancio regionale. "I numeri non sono teorie astratte" ha commentato nell'aula del Consiglio Valle l'assessore regionale alle Finanze Renzo Testolin, dopo aver risposto cifre alla mano a una question time presentata dai gruppi di maggioranza Union valdotaine, Alliance valdotaine e Stella Alpina.

"Il dato è importante: viene certificato con questa risposta - ha sottolineato il capogruppo di Stella Alpina Perluigi Marquis - che il Casinò non è un buco nero, non preleva dalle tasche dei valdostani come qualcuno vuole sostenere, ma dà soldi alla Regione che sono stati e sono utili per alimentare il bilancio e dare risposte agli allevatori, alle imprese, alla sanità, alle scuole".

Quel 'qualcuno' cui si riferisce Marquis è risultato essere l'ex assessore alle Finanze e attuale consigliere regionale della Lega VdA Stefano Aggravi, che sulla presentazione dell'interrogazione a risposta immediata ha richiamato, insieme a Roberto Cognetta (Mouv'), l'articolo 96 del Regolamento interno del Consiglio, lamentando il fatto che "l'argomento non è connotato né da urgenza né da attualità politica". "La Presidenza del Consiglio - ha poi spiegato la presidente del Consiglio Valle, Emily Rini - ha iscritto questa iniziativa avendo ravvisato l'attualità politica, visto che il tema è stato oggetto di diverse notizie in questi giorni".

Con una nota, i gruppi consiliari Alliance valdotaine, Union valdotaine, Stella alpina e Gruppo Misto hanno poi sottolineato che "sul tema del Casinò bisogna avere un approccio chiaro e non strumentale". " È stata una manovra oscurantista, probabilmente dettata dall'impulsività - prosegue il comunicato - quella messa in atto oggi da chi, sul tema del Casinò, dichiarava a gran voce solo pochi mesi or sono di voler togliere la polvere da sotto i tappeti". Il riferimento è ai gruppi Lega e Mouv', oltre che dell'ex assessore Aggravi, che avrebbero tentato "di impedire pretestuosamente la trattazione nella seduta consiliare di un'interrogazione che chiedeva di esplicitare con precisione quali siano state le entrate dirette e indirette versate dalla Casa da gioco nelle casse della Regione dal 2012 al 2018".

"Non si capisce perché oggi i colleghi della Lega tenessero ben fermi i piedi sul tappeto - proseguono i consiglieri di maggioranza - e non volessero far sapere ai valdostani in che misura il Casinò rappresenti ancora una risorsa per l'Amministrazione regionale e abbia contribuito, anche in questi anni di grave crisi del gioco, a finanziare i servizi per ben 113 milioni di euro. Su un tema come quello del Casinò, che presenta un quadro complesso e frammentato, è invece necessario avere un approccio chiaro, in modo che sia in Aula che nei bar se ne possa parlare in modo corretto e non intellettualmente disonesto". 

red. pol.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore