CRONACA | mercoledì 21 agosto 2019 21:16

CRONACA | 09 aprile 2019, 09:30

Legittima Difesa: per custodire la famiglia in casa non è necessario utilizzare le armi

Basta un buon cane da guardia! Nessuno come un buon cane da guardia può saper difendere la famiglia in caso di necessità, visto che la Legge prevede che «agisce sempre in stato di legittima difesa colui che compie un atto per respingere l’intrusione posta in essere con violenza o minaccia di uso di armi o di altri mezzi di coazione fisica».

Legittima Difesa: per custodire la famiglia in casa non è necessario utilizzare le armi

Il 26 Maggio da tutt’Italia a Paveragno CN nella sede della Federazione Italiana Cani da Guardia per imparare da Ezio Maria Romano, esperto cinofilo ed autore di vari libri sull’argomento, come difendersi dalle intrusioni della delinquenza utilizzando i cani da guardia.

“Sono nato nel 1961 ed ho sempre avuto una particolare antipatia per il malfattore che cerca di sopraffare la persona più debole, impreparata a difendersi. Fin dai primi anni della mia adolescenza ho praticato arti marziali finalizzate alla difesa personale, diventandone in seguito Istruttore, cintura nera 3° Dan, attività che ho svolto per tutto il mio periodo degli studi universitari e durante il servizio militare presso l’Arma dei Carabinieri a Torino. Ho operato per anni con la SIKURT – Sicurezza Abitativa Anticrimine, una mia azienda impegnata a restituire la legittima serenità alle famiglie italiane all’interno delle loro mura domestiche, coordinando l’installazione di porte e persiane blindate, inferriate e grate di sicurezza, antifurti, impianti di videosorveglianza ed altri sistemi di sicurezza.

Dopo un lunga esperienza nel settore della sicurezza abitativa anticrimine, sono giunto alla conclusione che una coppia di VERI cani da guardia rappresentano il MIGLIOR DETERRENTE IN ASSOLUTO CONTRO L’INTRUSIONE, specialmente in una casa singola con giardino. Possiedo cani da oltre 50anni e ho girato il mondo per studiare il loro carattere e la loro psicologia.

Ho svolto approfondite ricerche sui “cani da villaggio” (randagi) presenti sull’Isola di Pemba (Tanzania – Africa), la stessa in cui hanno concentrato i loro studi i biologi americani Lorna e Raymond Coppynger. Ho all’attivo numerosi viaggi in America, India, Africa, Asia centrale (Turkmenistan, Uzbekistan, Tagikistan, Kirghizistan e Kazakistan), Nepal, in Tibet, Anatolia (Turchia), Caucaso (Georgia), Mongolia, Iran, Macedonia, Est europeo e Transilvania, dove ho studiato il carattere dei cani locali.

Ho svolto ricerche sul carattere dei lupi negli Stati Uniti: Colorado, Minnesota e Indiana. Sono stato più volte in Inghilterra da Shaun Ellis – “The Wolf-Man”, dove ho avuto un’interazione diretta con i suoi soggetti, in Germania dal famoso zoologo Werner Freund, in Georgia (Caucaso) dallo zoologo Prof. Zurab Gurielidze di Tiblisi e in Austria dallo scienziato Prof. Dr. Kurt Kotrschal di Vienna, dove ho avuto interazioni dirette con i suoi soggetti. Oltre ad aver incontrato vari cacciatori di lupi nel Kirghizistan, nel Kazakistan, in Mongolia e nel Sud Uzbekistan ai confini dell’Afghanistan”.

Questo è il curriculum di Ezio Maria Romano che presidierà la giornata di specializzazione sui cani da guardia del 26 Maggio a Peveragno in Provincia di Cuneo, con lo scopo di preparare al meglio le famiglie su come crescere in modo ideale quel cane che potrà difenderle dalle intrusioni indesiderate, sempre più frequenti nelle case degli italiani.

Per partecipare all’evento è necessario possedere almeno una preparazione di base sui cani da guardia, avvenuta in passato con latri corsi o fattibile anche per i profani, tramite un videocorso appositamente studiato dalla Federazione Italiana Cani da Guardia.

Ezio Maria Romano

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore