ISTRUZIONE E FORMAZIONE | giovedì 20 giugno 2019 15:56

ISTRUZIONE E FORMAZIONE | 25 marzo 2019, 17:00

Processo alla carne: la difesa contro i luoghi comuni

La chiamata è rivolta a tutte le scuole, ma solo le prime 6 che si prenoteranno potranno assistere all'udienza via Hangout e porre le domande direttamente a Susanna Bramante

Processo alla carne: la difesa contro i luoghi comuni

Silenzio in aula! Salga sul banco degli imputati la carne.

L'alimento tra i più diffusi nelle diete di tutto il mondo che nella storia dell'evoluzione umana ha giocato un ruolo importante sta subendo negli ultimi anni un periodo di crisi, accusato di esser responsabile di malattie, torture e disastri ambientali. Presenti al processo gli onnivori, fervidi sostenitori di una dieta che includa ogni alimento, e i vegani, paladini del cruelty free dal mantello verde. Chi di loro è seduto dal lato della ragione?

Indossa per l'occasione la toga da avvocato difensore Susanna Bramante, agronomo, divulgatrice scientifica e consulente della nutrizione di Carni Sostenibili. Il Pubblico Ministero è rappresentato da tutti i luoghi comuni riguardanti l'imputato. Dobbiamo smettere di mangiare carne per stare meglio? Davvero i cambiamenti climatici dipendono dagli allevamenti? È vero che il biogas prodotto dai bovini allevati inquina come le automobili? La carne fa venire il cancro?

Giudice potrà essere chiunque lo desideri. La call per prendere parte dal vivo al processo è aperta a studenti, studentesse di ogni ordine e grado. La chiamata è rivolta a tutte le scuole, ma solo le prime 6 che si prenoteranno potranno assistere all'udienza via Hangout e porre le domande direttamente a Susanna Bramante.

Chiunque lo desideri può inviare le proprie domande (massimo 3), che verranno riordinate e accorpate per poter così permettere all'avvocato difensore di rispondere nella maniera più esauriente possibile. Le scuole che aderiranno dovranno poi organizzarsi per essere in laboratorio e accedere al collegamento tramite Hangout e consentire ai loro portavoce di porre le domande, mentre tutti gli altri potranno seguire la diretta sul canale Youtube di Giornalisti Nell'Erba.

C'è tempo fino al 1° aprile per prenotarsi e le domande dovranno essere inoltrate entro il 7 aprile. Il processo in diretta si svolgerà il 15 aprile alle 11.00

Per le prenotazioni e maggiori informazioni scrivere a giornalistinellerba@gmail.<wbr></wbr>com

 

CHI SIAMO

Giornalisti Nell'Erba è un progetto nazionale di sensibilizzazione alle tematiche scientifiche in particolare legate all'ambiente e alla Sostenibilità arrivato alla sua 13° edizione, e una testata giornalistica registrata (2011) che coinvolge migliaia di giovani (dai 3 ai 29 anni) in un esercizio sul campo di corretta ed efficace informazione in ambito scientifico. Nato a Roma, raggiunge migliaia di realtà nel territorio italiano (tra cui più di 10 mila tra Scuole e Università, una mailing list fidelizzata di 38 mila contatti (di cui 9000 tra testate nazionali, regionali, locali, blog e media news) e oltre 9 mila Giornalisti Nell'Erba in tutta Italia.

giornalistinellerba.it è l'unica testata giornalistica italiana ad aver seguito dall'inizio alla fine, e anche direttamente da Katowice in Polonia, i lavori dell'ultima Conferenza ONU sul clima (COP24). Altrettanto ha fatto dal 2015 per COP21 a Parigi, COP22 a Marrakech, COP23 a Bonn. I reportage giornalistici dei giornalisti nell'erba - di fatto la più giovane e grande redazione scienza-ambiente del mondo - sono diventati materiale didattico in molte scuole della Rete gNe, come avremo modo di illustrare durante il panel Teen News Lab, quando il giornale prende il posto del libro di testo in programma al festival internazionale del giornalismo di Perugia il prossimo 3 aprile insieme al progetto di citizen science Be a data Scientist.

Conta da anni sulla collaborazione di centinaia di Ricercatori e Scienziati dei più autorevoli centri di ricerca in particolare di Roma e provincia (si tratta del polo più grande in Europa e si trova nell'area tuscolana-Roma sud-Castelli Romani), ed è partner nella realizzazione della Notte Europea dei Ricercatori #BEES (2018 e 2019), per l'area di Roma e provincia.

Negli anni sono molte le partnership collezionate per le varie iniziative, tra cui quelle con l'Ordine Nazionale dei Giornalisti, la Federazione Nazionale della Stampa, la FIMA federazione italiana media ambientali, l'ENEA, l'INFN, l'Università Tor Vergata, l'European Space Agency, l'ASI ecc. Il progetto e la testata giornalisti Nell'erba ha all'attivo anche una propria rubrica nel canale ANSA SCIENZA & TECNICA. Tanti anche i riconoscimenti prestigiosi ricevuti nel tempo, come quello della Presidenza della Repubblica, di quella del Senato e della Camera dei Deputati, del Ministero dell'Ambiente, della Rappresentanza in Italia della Commissione Europea, del Miur, con il quale è in corso di definizione un protocollo d'intesa per l'educazione allo sviluppo sostenibile.

red. cro.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore