Aosta Capitale | lunedì 22 aprile 2019 08:58

Aosta Capitale | 25 marzo 2019, 21:54

Aosta. Rete Civica monopolizzazzerà i lavori del Consiglio comunale

Ridateci le Panchine, Al lavoro in Bici, Marciapiedi mancanti o ...crollati: questo e altro ancora nel Consiglio comunale di mercoledì 27 e giovedì 28 marzo

Aosta. Rete Civica monopolizzazzerà i lavori del Consiglio comunale

In occasione del Consiglio comunale di Aosta che si terrà nelle giornate di mercoledì 27 e giovedì 28 marzo, nel caso tu sia interessato all’argomento, ti informo che il mio gruppo consiliare (Rete Civica) ha predisposto una serie di iniziative:

Interrogazioni:

Pensiline fotovoltaiche? - In piazza Ducler, di fronte alla Questura, c'è da anni una pensilina dotata di una copertura apparentemente idonea a produrre energia solare. Il pannello a led che dovrebbe evidenziare i chilowatt prodotti è desolatamente (da sempre) spento. Chi è proprietario di questa struttura? Ce ne sono altre in città? Perchè non è funzionante e allacciata alla rete? (presentatore: Fedi)

Pedibus e Ludoteca (che non c'è più) – Anni fa il Comune aveva offerto un servizio di pedibus (un operatore di una cooperativa che accompagnava a piedi a scuola i bambini delle elementari); parimenti l'amministrazione dava in appalto il servizio della Ludoteca Mastro Ciliegia nel quartiere Cogne. Tempi passati. Adesso una cooperativa ha lanciato un sondaggio per capire se queste due proposte, facendo pagare direttamente il servizio, interessano le famiglie. Il prezzo non è modico: chiediamo quindi se è noto il riscontro avuto dalla cooperativa e se la stessa ha intendimento di attivare i servizi. (presentatore: Fedi)

Slot Machines – In Regione è stata approvata la legge che permetterà, da fine giugno, l'accensione delle macchinette nei locali per, al massimo, otto ore giornaliere (divise in blocchi di non più di due ore). Un'ottima notizia per il contrasto all'azzardopatia: fino a poco tempo fa le macchinette rovina famiglie potevano rimanere accese 24 ore al giorno! Ricordando il ruolo di capofila del nostro Comune nel contrastare questo fenomeno, che genera tante miserie sociali, chiediamo quanti controlli mirati al rispetto delle regole sono stati effettuati dalla Polizia Locale negli esercizi che ospitano macchinette nel 2018, e quali esiti hanno dato. Ricordiamo che il Sindaco, rispondendo ad una nostra analoga iniziativa nel 2017, dichiarò di aver assegnato un Obiettivo di Performance al Comandante della Polizia Locale per un aumento dei controlli. (presentatore: Fedi)

Marciapiede franato sotto Villa Chicco - Dall'autunno scorso un tratto di via des Seigneurs de Quart è franato sulla stradina sottostante. Quest'ultima pertanto resta chiusa, pur essendo un accesso ad aree verdi facilmente raggiungibili a piedi dalla città (Parc Fontaine de Saint-Ours e Quota BP). Chiediamo quando e se verrà ripristinato il tratto di strada franato e con esso il decoro dell'area e la percorribilità dello stradello sottostante. (presentatrice: Lamastra)

Mozioni:

    Liberiamo Via Cesare Battisti e Via Giorgio Elter (iniziativa “ereditata” dalla passata seduta) – Avevamo chiesto di liberare le due vie dalle recinzioni di cantiere che ne comprimevano gli spazi, essendo finiti i lavori ai nuovi alloggi del Contratto di Quartiere. Nel frattempo gli alloggi sono finalmente stati assegnati e le recinzioni tolte. La mozione rimane tuttavia attuale perchè cartelli di divieto di sosta continuano a “cinturare” i nuovi palazzi su entrambe le vie. Continuiamo quindi a chiedere la normalizzazione della zona anche per poter prendere provvedimenti atti a garantire l'accesso anche alle persone con disabilità motorie all'ufficio postale di via Cesare Battisti. (presentatore: Fedi) 


Stato di avanzamento del Programma di Sviluppo Turistico – Nel 2016 una nostra mozione che chiedeva di istituire il PST (previsto dalle leggi) venne approvata all'unanimità. Le linee guida di tale Programma, nonostante le nostre ripetute richieste, non sono mai giunte in Commissione, malgrado sia stata assegnata una borsa di studio ad un ricercatore universitario. Chiediamo che vengano illustrati gli esiti di questo lavoro e che siano spiegate le intenzioni dell'amministrazione. (presentatore: Sartore)

Ridateci le panchine! - Siamo alle solite. Per favorire la rimozione della neve durante l'inverno e per la Fiera di Sant'Orso, le panchine vengono portate via, ma i tempi per rimetterle al loro posto sono sempre troppo lunghi: anche quest'anno stanno “ricomparendo” a macchia di leopardo a seconda delle proteste dei cittadini. Le panchine sono punti di riposo e di sicurezza per le persone anziane o con difficoltà a deambulare. In alcune zone della città fanno addirittura parte dell'arredo urbano, come in piazza Roncas: in ogni caso ovunque hanno una loro intrinseca utilità. Perchè si deve aspettare tanto per il riposizionamento delle panchine? Chiediamo che vengano ricollocate senza ulteriori indugi. (presentatore: Fedi)

Panchine punto di sosta – Se, come detto, le panchine sono importanti per le persone con scarsa autonomia motoria, per offrire loro un aiuto reale bisogna che siano garantiti dei punti di tappa a intervalli regolari. Sarebbe importante poter sapere che (ad esempio su un asse importante come quello dall'Arco d'Augusto al fondo di corso Battaglione) ogni tanti metri ci sia un punto di sosta. Già una decina di anni fa provai a far passare questo concetto ma senza risultato. Chiediamo di nuovo che vengano attrezzati almeno una serie di percorsi per garantire le soste delle persone con scarsa autonomia di movimento, e ne sia pubblicizzata la realizzazione (presentatore: Fedi)

Tratto di marciapiede mancante su via Parigi – Tra la rotonda dell'Institut Agricole e il parcheggio in Reg. Gotrau, per una lunghezza di circa 500 metri non vi è marciapiedi. Lungo quel tratto di strada tuttavia ci sono numerosi condomini e i pedoni che transitano sulla banchina laterale di via Parigi sono di fatto a rischio dell'incolumità. Chiediamo che vengano individuate le risorse necessarie per realizzare il tratto di marciapiede mancante lungo la Statale (presentatore: Sartore)


Premio Balan. Il Comune ci crede o no? - Nel 2014 presentammo una mozione che portò a istituire questo premio per gli espositori della Foire legandolo al nome dell'artista aostano. Era un modo per ribadire il ruolo del Comune di Aosta in una manifestazione di fatto interamente gestita dalla Regione. L'attuale amministrazione comunale ha invece tradito il pensiero originario, andando ad accorpare (ed annacquare) la premiazione nella stessa sede e momento in cui la Regione assegna gli altri premi della Fiera di Sant'Orso. Chiediamo che l'assegnazione del premio Balan torni a essere in sede e data distinta dalle altre premiazioni e che nel regolamento non sia più necessario iscriversi preventivamente: la giuria possa cioè scegliere liberamente, tra le opere esposte in Fiera, quelle più in linea con il tema dell'anno (presentarice: Lamastra)

Illuminazione fai da te in centro città - Negli ultimi anni alcuni esercizi commerciali, situati lungo gli assi principali del Centro storico di Aosta, hanno adottato in maniera del tutto autonoma dei sistemi di illuminazione delle facciate con colori atti a richiamare l'attenzione dei passanti. L'Amministrazione ha predisposto nel centro storico una illuminazione notturna che, fatti salvi i monumenti che sono valorizzati e illuminati già in maniera particolare, vuole offrire ai cittadini e ai turisti una ambientazione adatta al contesto storico. Chiediamo quindi di predisporre un regolamento che eviti illuminazioni che creano impatto visivo nocivo all'ambiente (fasci di luce proiettate verso il cielo) e al decoro cittadino (presentatore: Sartore)

Al lavoro in bici – A Charvensod è stata recentemente lanciata un'iniziativa che prevede incentivi - attraverso voucher da spendere sul territorio comunale - a chi dimostra di recarsi al lavoro in bicicletta. Riteniamo che questa iniziativa abbia un importante valore simbolico e promozionale. Chiediamo quindi di prendere in considerazione l'esperimento fatto nel Comune a noi limitrofo, e di invitare in Commissione gli esperti di mobilità alternative per predisporre strategie utili allo scopo di modificare le nostre abitudini: anche perchè a parole si continua a dire di voler limitare l'ingresso di auto in città ma poi, nel concreto, l'amministrazione agisce spesso in maniera non coerente (presentarice: Lamastra)

info rete civica

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore