Governo Valdostano | venerdì 19 luglio 2019 04:25

Governo Valdostano | 23 marzo 2019, 12:08

Svolta nelle politiche gestionali e manutentive degli alloggi pubblici

Borrello 'uniformare e ottimizzare l’intera gestione degli alloggi ERP mediante la predisposizione di un unico bando regionale per l’assegnazione degli alloggi esistenti, al fine di avere, a partire dal 2020, un’unica graduatoria regionale in sostituzione delle diverse graduatorie comunali oggi esistenti, anche per favorire i processi di mobilità disciplinati dalla legge'

L'assessore Stefano Borrello

L'assessore Stefano Borrello

"Vogliamo uniformare e ottimizzare l’intera gestione degli alloggi ERP mediante la predisposizione di un unico bando regionale per l’assegnazione degli alloggi esistenti, al fine di avere, a partire dal 2020, un’unica graduatoria regionale in sostituzione delle diverse graduatorie comunali oggi esistenti, anche per favorire i processi di mobilità disciplinati dalla legge". L'obiettivo dichiarato è di Stefano Borrello, assessore regionale che ha messo una pietra miliare per la politica della casa in prospettiva di rilancio del settore edile valdostno e dare una risposta concreta al bisogno di alloggi anche per le fascie medio-deboli.

Infatti incomincia dal Quartiere Cogne con investimenti per 4,5 milioni di euro. il un quadro riassuntivo delle procedure sulle politiche abitative, in seguito all’applicazione degli indirizzi inseriti nel Piano Triennale 2017/2079 per l’Edilizia Residenziale Pubblica (ERP) e alle conseguenti modifiche normative, in parte attuate e in parte in fase di predisposizione, relative alla gestione del patrimonio ERP sul territorio regionale da parte dell’ente strumentale della Regione.

Tra gli aspetti di novità Borrello pone l’accento sulla la possibilità di uniformare e ottimizzare l’intera gestione degli alloggi ERP mediante la predisposizione di un unico bando regionale per l’assegnazione degli alloggi esistenti, al fine di avere, a partire dal 2020, un’unica graduatoria regionale in sostituzione delle diverse graduatorie comunali oggi esistenti, anche per favorire i processi di mobilità disciplinati dalla legge.

E questa è una questione che si coniuga con il piano straordinario di lavori per la riqualificazione del Quartiere Cogne dove sono previste opere di manutenzione straordinaria, "individuando prioritariamente - spiega Borrello - interventi di messa a norma e di messa in sicurezza di alcuni fabbricati, interventi di efficientamento energetico obbligatori e interventi di riqualificazione urbanistica. Azioni che - rimarca Borrello - si inseriscono anche in un quadro più ampio di prevenzione sociale poiché crediamo che l’ordine urbanistico corrisponda anche all’ordine sociale".

red. pol.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore