Salute in Valle d'Aosta | sabato 20 luglio 2019 08:00

Salute in Valle d'Aosta | 20 marzo 2019, 12:43

La prevenzione dei tumori è la missione di Lilt

La prevenzione dei tumori è la missione di Lilt

E' in corso la settimana della prevenzione oncologica nella quale è impegnata anche la Lilt Valle d'Aosta perché quando si tratta di prevenzione oncologica meglio affidarsi alla LILT, da tempo impegnata nella corretta informazione sugli stili di vita.

"Per prevenire i tumori non esistono pozioni magiche - ribadisce Salvatore Luberto, Presidente Lilt VdA (nella foto) - è importante seguire un'alimentazione equilibrata, fare attività fisica, stare lontano dal fumo, moderare il consumo di alcol e sottoporsi ai controlli per la diagnosi precoce".

Infatti, prevenire significa utilizzare gli strumenti principali con cui difendere la nostra salute e, quando questa è minacciata da una malattia, fare in modo di curarla nella maniera meno invasiva e più efficace. Prevenzione vuol dire vivere meglio, più a lungo e con una migliore qualità di vita. Esistono tre forme di prevenzione: primaria, secondaria e terziaria.

Si fa prevenzione primaria quando si riduce l’esposizione ai fattori di rischio e alle cause di insorgenza della malattia. Nel caso specifico dei tumori, fare prevenzione primaria vuol dire ad esempio seguire un regime alimentare sano, quale la Dieta Mediterranea, non fumare, mantenere una regolare attività fisica, non eccedere nel consumo di alcol ed esporsi ai raggi solari in maniera adeguata.

La prevenzione secondaria mira a ottenere la diagnosi precoce del tumore. Visite mediche ed esami strumentali possono identificare lesioni tumorali allo stadio iniziale, aumentando notevolmente la possibilità di guarigione e di cure sempre meno aggressive.

Per questo è importantissimo partecipare ai programmi di screening oncologici che le Regioni stanno promuovendo (carcinoma mammario, collo dell’utero, colon-retto)Si può fare prevenzione anche quando la malattia, in seguito ad un trattamento, non è più documentabile.

È ciò che accade con la prevenzione terziaria, che include i trattamenti attuati per la cura definitiva della malattia e per prevenire le sue possibili complicanze.

La LILT, anche nella prevenzione terziaria, rappresenta un importante punto di riferimento per il malato oncologico e per i suoi familiari con molteplici servizi che eroga attraverso il personale specializzato delle 106 Sezioni Provinciali: riabilitazione psicologica, sociale e occupazionale del malato oncologico; assistenza domiciliare di tipo medico, psicologico, infermieristico e sociale.

LEGGI L'OPUSCOLO

LEGGI L'OPUSCOLOeggi l'opuscoloLeggi l'opuscoloLeggi l'opuscolo

Leggi l'opuscolo

red. cro.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore