INTEGRAZIONE E SOLIDARIETÀ | martedì 19 marzo 2019 11:49

INTEGRAZIONE E SOLIDARIETÀ | 17 marzo 2019, 10:00

Lettera aperta di Refugees Welcome ai politici e ai valdostani, invitiamo a cena un migrante

Lettera aperta di Refugees Welcome ai politici e ai valdostani, invitiamo a cena un migrante

L'associazione Refugees Welcome International è nata nel 2014 in Germania, e in Italia nel dicembre 2015, su iniziativa di privati cittadini e cittadine che hanno sentito la necessità di creare una narrazione diversa delle pratiche dell’accoglienza; un’ospitalità che non fosse soltanto istituzionale, con tutti i limiti annessi e connessi, ma che nascesse proprio dal reale desiderio della gente comune di rendersi utile per la costruzione di una società migliore, più aperta e meno timorosa, più inclusiva e meno escludente, più disponibile all’incontro e meno propensa all’odio che, di solito, deriva esclusivamente dall’ignoranza; ovvero, dalla non conoscenza.

Anche in Valle d’Aosta, recentemente, si è costituito un comitato territoriale di quest’associazione, che sta portando avanti iniziative e sta organizzando eventi volti proprio a stabilire un canale privilegiato di contatto, di ascolto, di incontro tra realtà che solo apparentemente possono sembrare diverse ma sono più simili di quanto non si possa supporre. La vita di ogni essere umano è un percorso, un cammino – per qualcheduno più fortunato, per qualche altro più accidentato – ma rimane pur sempre un percorso.

Uno degli eventi organizzato dal Gruppo territoriale di Aosta è “A cena con Refugees Welcome”: qualsiasi famiglia, che voglia organizzare una cena a casa propria per invitare un richiedente asilo o un rifugiato, per conoscerlo e farsi conoscere, per dialogare, per scoprire e farsi scoprire, per condividere un momento di quotidianità e di riflessione reciproca, può contattare l’associazione e organizzare la serata con le volontarie e i volontari. Vi scriviamo, pertanto, proprio per suggerirvi e per chiedervi di organizzare, nelle vostre proprie famiglie, nelle vostre case, una cena a cui invitare un cittadino del mondo, un compagno di viaggio, un destino in cammino.

Rimaniamo a vostra disposizione per qualsiasi altro chiarimento e informazione vogliate chiederci, all’indirizzo mail aosta@refugees-welcome.it In attesa di un riscontro, che speriamo possa arrivare da ognuno di voi, vi auguriamo un buon lavoro per il bene di ogni cittadino e cittadina, indipendentemente dal passaporto che hanno e da qualsiasi parte del mondo arrivino.

Refugees Welcome Italia – gruppo territoriale di Aosta Elisabetta Conti, Michelina Cottone, Andrea Di Renzo, Tiziana Gagliardi, Giulio Gasperini, Dalia Ismail, Federica Mannoni, Lorella Martino, Arnela Pepelar, Flavia Tartaglione, Nicole Vallet, Elisa Veronesi   

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore