CRONACA | lunedì 18 marzo 2019 23:31

CRONACA | 15 marzo 2019, 17:52

E. Gerandin (Mouv), 'sull'inchiesta Casino che coinvolge Rollandin qualcuno mente sapendo di mentire'

Elso Gerandin

Elso Gerandin

“Sono stupito dalle dichiarazioni rilasciate oggi dal Presidente della Giunta, Antonio Fosson, e dall’assessore alle Finanze, Renzo Testolin, in merito alle lettere inviate nel 2014 dall'allora Presidente della Giunta Rollandin alle banche a garanzia dei finanziamenti alla Casino de la Vallèe Spa e e oggetto di inchiesta della magistratura di Aosta. Atti ufficiali del Consiglio Valle raccontano una storia diversa”.

Così in una nota stampa Elso Gerandin, consigliere regionale di Mouv’, che ricorda l'intervento dell'assessore alle Finanze, Ego Perron, quando nell’ottobre 2014, nell'aula del Consiglio Valle, dichiarò in risposta a una sua interpellanza in cui metteva in dubbio la base giuridica delle missive, come invece le lettere di patronage inviate da Rollandin nella primavera dello stesso anno fossero a suo dire assolutamente legittime, frutto delle competenze del Presidente.

"Perron aggiunse poi che - ricorda sempre il consigliere di Mouv'- pur non facendo parte della Giunta nel periodo in cui le lettere partirono, lui poteva assicurare che tutto l'Esecutivo precedente era assolutamente a conoscenza dell'atto in questione e che le lettere di patronage non erano un impegno reale per l'Amministrazione regionale; oggi però le banche chiedono di riscuotere quelle garanzie".

Osserva ancora Gerandin che i dubbi sulla legittimità e la conoscenza dei fatti "erano patrimonio di tutto il Consiglio Valle  a partire dall’ottobre 2014, compresi a maggior ragione l'attuale Presidente Fosson e l'assessore Testolin, che oggi dicono il contrario e cioè di non saperne nulla. In questa ennesima triste vicenda legata alla Casa da gioco, qualcuno mente sapendo di mentire".

p.g.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore