Consiglio Valle | mercoledì 23 ottobre 2019 05:30

Consiglio Valle | 14 marzo 2019, 18:48

Manfrin replica ai sindaci sull' accoglienza dei migranti 'Oneri a carico dei comuni'

Il consigliere regionale della Lega ‘La loro scelta è legittima ma non possono raccontare bugie ai loro cittadini

Andrea Manfrin

Andrea Manfrin

Delibera alla mano Andrea Manfrin, il consigliere regionale della  lega, replica a muso duro ai sindaci di Saint Vincent, Champorcher e Saint Remy en Bosses che lo hanno accusato di fare demagogia sulla pelle dei migranti.

“Mi pare evidente che la delibera del Comune di Saint Vincent parli molto chiaro! È quindi una menzogna assoluta, da parte dei sindaci di Saint Vincent, Champorcher e Saint Rhemy en Bosses, affermare che l’accoglienza di migranti sia a costo zero. I tre sindaci hanno speso quasi 100.000  per accogliere migranti, e lo hanno fatto coscientemente”.

Infatti nella delibera del Comune di Saint Vincente (nella foto) sono elencati al centesimo gli impegni di spesa di competenza dei tre comuni che in cofinanziamento con il Ministero hanno attivato lo Sprar per l’accoglienza. “La loro scelta – aggiunge Manfrin - è legittima, per carità, ma è anche legittimo, anzi prioritario, dire chiaramente di aver speso i soldi dei propri cittadini per accogliere chi arriva dall’altra parte del mondo, quando non ne erano obbligati. Saranno poi i cittadini a valutare se quella scelta è stata opportuna o meno”.

La polemica è stata scatenata dal presidente della Giunta, Antonio Fosson, che rispondendo ad una interpellanza di Manfrin aveva detto: "I Comuni che ospitano i Centri di accoglienza straordinaria non sostengono alcun costo diretto in quanto la gestione dei Centri è totalmente sostenuta dal Ministero dell’interno; i Comuni che li ospitano hanno percepito negli anni scorsi un contributo annuo da parte dello Stato di 500 euro per ogni migrante ospitato".

A fomentare la polemica ci hanno pensato i sindaci: “Come amministrazioni comunali, siamo convinti e orgogliosi delle scelte fatte e soddisfatti di aver proceduto in modo tempestivo, strategico e controllato nella gestione di una problematica in continua evoluzione che non può e non deve essere banalizzata e utilizzata solo per fini propagandistici”.

Mario Borgio, sindaco del Comune di Saint-Vincent, Alice Chanoux, sindaco del Comune di Champorcher, Corrado Jordan, sindaco del Comune di Saint-Rhémy-en-Bosses, hanno replicato così ad Andrea Manfrin che ha presentato una interrogazione sul servizio di accoglienza dei cittadini stranieri nei comuni.

In particolare, il consigliere aveva fatto riferimento all’esperienza del progetto Sprar attivato dai comuni di Champorcher, Saint-Rhémy-en-Bosses e Saint-Vincent, comune capofila del progetto.

Ad essere preso di mira dai sindaci Manfrin proprio non ci sta e con la delibera del Consiglio comunale di Saint Vincent in mano smentisce chi ha detto che l’accoglienza non costa nulla ai Comuni.

red. pol.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore