FEDE E RELIGIONI | venerdì 19 luglio 2019 02:22

FEDE E RELIGIONI | 10 marzo 2019, 00:10

OGGI domenica 10 marzo saint Attale

“Ho visto cosa fanno agli uomini, le torture più sofisticate. Donne e bambini vengono venduti. Per questo prima di rimandarli indietro bisogna pensarci bene bene”(Papa Francesco)

OGGI  domenica 10 marzo saint Attale

QUARESIMA: Stazioni Quaresimali-Itinerario battesimale verso la Veglia Pasquale

Tutti i mercoledì di Quaresima, h 18.00 Eucaristia presieduta dal Vescovo, segue Adorazione Eucaristica fino alle 20.00 con possibilità di celebrare il Sacramente della Confessione.
È possibile rinunciare al pasto serale e offrire l’equivalente in denaro, così come la colletta, per il Centro Accoglienza alla Vita della nostra diocesi.

mercoledì 13 marzo alle 18.00 presso la chiesa di Sant'Anselmo
mercoledì 20 marzo alle 18.00 presso la chiesa di Sant'Orso
mercoledì 27 marzo alle 18.00 presso la chiesa di Santo Stefano
mercoledì 03 aprile alle 18.00 presso la chiesa di Maria Immacolata
mercoledì 10 aprile alle 18.00 presso la chiesa di Saint-Matin de Corleans

Via Crucis
Tutti i venerdì di quaresima in Cattedrale a partire da venerdì 08 marzo.

Vespri
Tutti i martedì di quaresima alle 18 a Santo Stefano.

Lectio di Comunità
Sabato 16 marzo 2019 dopo l'Eucaristia delle 18 in Cattedrale.
L’incontro delle Famiglie del terzo sabato del mese è aperto a tutta la comunità per prepararci insieme alla Pasqua.
19.15 in oratorio cena condivisa
20.15 meditazione
20.45 silenzio e condivisione
21.30 preghiera conclusiva
L’incontro dei Piccolissimi inizia come al solito alle 17.30 e nella serata sono previste attività per ogni fascia di età.

Quaresima di fraternità
Durante la quaresima raccogliamo offerte per i missionari valdostani in servizio nel mondo. Potete lasciare al parroco o in chiesa una busta con scritto "Quaresima di fraternità".

Indicazioni sul digiuno e l’astinenza

Tutti i fedeli sono tenuti a fare penitenza, ciascuno a proprio modo; ma perché tutti siano tra loro uniti da una comune osservanza della penitenza, vengono stabiliti dei giorni penitenziali in cui i fedeli attendano in modo speciale alla preghie-ra, facciano opere di pietà e di carità, sacrifichino se stessi compiendo più fedelmente i propri doveri e soprattutto osservando il digiuno e l’astinenza (dal canone 1249).

La legge del digiuno obbliga a fare un unico pasto durante la giornata, ma non proibisce di prendere un po’ di cibo al mattino e alla sera. La legge dell’astinenza proibisce l’uso delle carni, come pure dei cibi e delle bevande che sono da considerarsi particolarmente ricercati e costosi. Il digiuno e l’astinenza devono essere osservati il Mercoledì delle Ceneri e il Venerdì della Passione e Morte del Signore. L’astinenza deve essere osser-vata in tutti e singoli venerdì di Quaresima. Sono tenuti alla legge del digiuno tutti i maggiorenni fino al 60° anno iniziato e alla legge dell’astinenza coloro che hanno compiuto i 14 anni. Sono dispensate dagli obblighi le persone che hanno gravi problemi di salute.     

AGENDA DEL VESCOVO DI AOSTA MONS. FRANCO LOVIGNANA

Lunedì 11 marzo
Priorato di Saint-Pierre - mattino
Ritiro del clero

Mercoledì 13 marzo
Vescovado - mattino
Udienze

Parrocchia di Sant'Anselmo - ore 18.00
Santa Messa per la prima Stazione quaresimale
Giovedì 14 marzo
Roma
Consulta nazionale per i beni culturali ecclesiastici e l'edilizia di culto
Venerdì 15 marzo
Pianezza - mattino
Riunione della Commissione presbiterale regionale
Pianezza - pomeriggio
Riunione del Direttivo della Commissione presbiterale regionale
Domenica 17 marzo
Aosta, Istituto San Giuseppe
GMG diocesana
Lunedì 18 marzo
Seminario - ore 18.00-22.00
Consiglio pastorale diocesano
Martedì 19 marzo
Aosta, Convento Suore di San Giuseppe - ore 7.00
Santa Messa per la solennità di San Giuseppe
Aosta, Convento Suore di San Giuseppe - ore 12.00
Incontro con la Comunità delle Suore di San Giuseppe
Verrès, chiesa collegiata - ore 20.30
Veglia di preghiera per i papà
Mercoledì 20 marzo
Vescovado - mattino
Udienze
Chiesa parrocchiale di Sant'Orso - ore 18.00
S. Messa per la seconda Stazione quaresimale
Venerdì 22 marzo
Vescovado - mattino
Udienze
Sabato 23 marzo
Aosta, Convento Suore di San Giuseppe - ore 9.30
Ritiro quaresimale per religiosi e religiose
Domenica 24 marzo
Cattedrale - ore 10.30
S. Cresime degli adulti
Aosta, Convento Suore di San Giuseppe - ore 16.00
S. Messa per il 40° di fondazione del Rinnovamento nello Spirito in diocesi di Aosta
Martedì 26 marzo
Vescovado - mattino
Udienze
Seminario - ore 17.30
Riunione della Consulta delle Aggregazioni Laicali
Mercoledì 27 marzo
Vescovado - mattino
Udienze
Chiesa parrocchiale di Saint-Étienne - ore 18.00
S. Messa per la terza Stazione quaresimale
Venerdì 29 marzo
Vescovado - mattino
Udienze
Sabato 30 marzo
Curia Vescovile - ore 9.00-10.30
Consiglio dei Vicari

•Le Messager Valdotain ricorda domenica 10 marzo saint Attale

La Chiesa onora  Sant' Attala Abate di Bobbio

Sant’Attala era originario della Borgogna, ove nacque da una nobile famiglia. Per una sua conveniente educazione venne affidato ad Aredio, vescovo di Gap, città del Delfinato. Desiderando però uno stile di vita più rigido, Attala fuggì e per qualche tempo si rifugiò nel monastero di Lérins. Anche questa sistemazione però non lo soddisfece e decise dunque di trasferirsi a Luxeuil, il monastero fondato da San Colombano: qui poté finalmente trovare l’austerità tanto desiderata e porsi sotto la guida del grande santo irlandese. Quando Colombano venne bandito dalla Francia per aver rinfacciato i vizi del re Teodorico d’Austrasia, portò con sé in Lombardia alcuni compagni, tra i quali proprio Attala. Si stabilirono a Bobbio, su un tereno donato dal re longobardo Agilulfo, marito della celebre Teodolinda. Colombano aveva ormai una settantina d’anni, venerabile età per quel tempo, e sopravvisse solo un anno. Buona parte del merito nella fondazione del monastero di Bobbio si deve infatti a Sant’Attala, che dal 615 gli succedette quale abate.

Venuta meno l’autorità carismatica del santo fondatore, furono avanzate dai monaci varie obiezioni all’austerità della vita comunitaria, ma Attala non si lasciò condizionare e lasciò andara coloro che erano insoddisfatti. Alcuni di questi fecero però poi ritorno ed egli li accolse con affetto e benevolenza. Giona di Susa, suo agiografo, lo ricorda quale “uomo benevoluto da tutti, di grande fervore, carità per i poveri e i pellegrini. Sapeva tenere testa all’orgoglioso, ma era umile con i più umili, non si lasciava zittire in conversazioni con le persone intelligenti ma con i semplici sapeva parlare dei segreti di Dio.

Il sole sorge alle ore 7,01 e tramonta alle ore 18,12.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore