Eccellenze Valdostane | mercoledì 20 marzo 2019 09:09

Eccellenze Valdostane | 21 febbraio 2019, 16:53

La Valle al Salon International de l’Agriculture de Paris per valorizzare i prodotti tipici

Produttori valdostani nella passata edizione del Salon de Paris

Produttori valdostani nella passata edizione del Salon de Paris

Con uno stand di prodotti selezionati, l’assessorato regionale del Turismo, Sport, Commercio, Agricoltura e Beni culturali sarà presente al Salon International de l’Agriculture a Parigi che si svolgerà al Parc des expositions de la Porte de Versailles dal 23 febbraio al 3 marzo.

"La manifestazione fieristica, alla quale sono presenti più di mille espositori - si legge in una nota della Regione - è una consolidata vetrina per il mondo agricolo e un’occasione per far conoscere il nostro territorio e le sue peculiarità al grande pubblico parigino e per far apprezzare la qualità della filiera agroalimentare della nostra regione con particolare attenzione ai prodotti Dop, Doc e Pat, eccellenze del nostro territorio di montagna dove la valorizzazione dell’agricoltura è strettamente integrata con i settori turistico, culturale e paesaggistico".

La presenza della Regione a Parigi nasce dalla collaborazione con la Maison du Val d’Aoste de Paris. Nello spazio allestito verranno promosse e valorizzate le eccellenze agroalimentari e l’offerta turistica complessiva valdostana a un numero di visitatori stimato intorno ai 650mila.

"Per sostenere e promuovere il brand Valle d’Aosta, con particolare riferimento alla filiera enogastronomica, l’assessorato ha deciso di partecipare al Salone dell’Agricoltura - dichiara l’assessore regionale Laurent Viérin – che ci permette di veicolare la nostra immagine attraverso le eccellenze del territorio. La volontà è quella di utilizzare varie tipologie di interventi che consentano una efficace azione promozionale in grado di valorizzare tutta la Valle d’Aosta e le sue specificità".

i.d.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore