CISL VdA | lunedì 18 marzo 2019 23:34

CISL VdA | 20 febbraio 2019, 10:10

Codice appalti: Audizione Cgil, Cisl, Uil in Senato presso la Commissione Lavori Pubblici

Codice appalti: Audizione Cgil, Cisl, Uil in Senato presso la Commissione Lavori Pubblici

L'indagine conoscitiva relativa all'applicazione del Codice Appalti, presentata da Cgil, Cisl, Uil in occasione dell’Audizione presso la Commissione Lavori Pubblici del Senato.

CGIL, CISL, UIL considerano sbagliata la scelta fatta dal Governo di aver alzato a 5,5 milioni di euro la soglia per il massimo ribasso: significherà alimentare il lavoro nero ed i rischi connessi alla sicurezza e all’incolumità fisica dei lavoratori, visto che i costi per la sicurezza sono i primi ad essere sacrificati, e avere opere di pessima qualità, e quindi pericolose per la collettività.

Aumentare a 2,5 milioni di euro la procedura negoziata senza bando, che quindi interesserebbe oltre il 90% delle gare, è invece un incentivo alla corruzione e alla mancanza di trasparenza del mercato.

Così come, per le cooperative sociali, aver innalzato a 750.000 euro l’affidamento diretto dei lavori. Inoltre, con il bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2019, all’art. 1 comma 912, sono state apportate altre modifiche che non trovano sostegno da parte nostra.

Nello specifico, si è previsto l’affidamento diretto dei lavori per gli appalti fino a 150.000 euro, con una vistosa incongruenza per cui fino ai lavori di importo inferiore a 40.000 euro, gli operatori economici da consultare devono essere pari a 2 o più, mentre per i lavori da 40.000 euro a 150.000 euro è pari a tre se esistenti; il che vuol dire che potrebbeessere anche 1.

Le richieste sindacali

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore