EVENTI E APPUNTAMENTI | mercoledì 22 maggio 2019 17:38

EVENTI E APPUNTAMENTI | 13 febbraio 2019, 09:51

“Sono”, la Cittadella dei Giovani si presenta al 'grande pubblico'

Un concerto nel teatro della Cittadella dei Giovani di Aosta

Un concerto nel teatro della Cittadella dei Giovani di Aosta

Lo spettacolo musicale e visivo, in scena giovedì 28 febbraio alle 21, racchiude in sé questi ultimi tre anni di gestione della Cittadella. Nato e sviluppato nei suoi spazi e realizzato dai suoi ragazzi 'SONO' è pronto ad esordire – l’ingresso è gratuito – sul palco del Teatro Splendor di Aosta.

'SONO' è uno spettacolo musicale e visivo, ma anche molto di più. È, in fondo, la sintesi di questi tre anni di gestione di Cittadella, e la “restituzione” dello spirito che ha animato le attività ospitate, curate e organizzate durante questi ultimi anni. Nato da un’idea di Davide Dugros, lo spettacolo è stato sviluppato completamente all’interno degli spazi di Cittadella dei Giovani, che si è totalmente fatta carico della produzione senza ricevere emolumenti.

È una vera e propria azione di produzione per la quale sono stati selezionati attraverso casting specifici una trentina di ragazzi valdostani tra cantanti, musicisti, fotografi, videomaker, addetti alla comunicazione, tecnici e registi. Quello che va in scena è il frutto di cinque mesi di intenso lavoro personale e collettivo durante i quali i ragazzi insieme ai tutors delle varie aree hanno riflettuto sul significato di “essere” declinato alla prima persona. Cosa intendiamo intimamente quando, stringendo la mano a una persona, diciamo: “piacere sono…?” oppure a noi stessi “sono fatto così?” o ancora “sono io, sei tu?”.

In apparenza tutto è molto semplice soltanto perché tutto è molto anestetizzato dalla naturalità, ma se ci si ferma un attimo a riflettere ci si accorge che le cose sono più articolate di quanto appaiano.  E questa articolazione, questa ricchezza latente e sommersa, il progetto la vuole esibire con i suoni, con la musica, con la voce: il titolo infatti allude e gioca sulla latinità del sonare declinata alla prima persona singolare. Intendo capire chi sono attraverso il suono, sono ergo sum si potrebbe chiosare scomodando le autorità.

i.d. - info Cittadella

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore