CRONACA | venerdì 19 aprile 2019 09:35

CRONACA | 13 febbraio 2019, 19:00

Giovane morta in incidente su A5, rito abbreviato per dirigenti Sav

Federica Banfi

Federica Banfi

Il gup di Aosta Luca Fadda ha accolto la richiesta di rito abbreviato di Fernardo Fabrizio e Federico Caniggia, i dirigenti della Società autostrade valdostane (Sav)  imputati per omicidio colposo nel processo sul'incidente stradale costato la vita, la notte del Capodanno 2018, a Federica Banfi, diciannovenne di Canegrate (Milano).

L'udienza è stata rinviata al 20 marzo prossimo, quando è attesa la nomina di un perito da parte del giudice. Il loro avvocato, Giovanni Lageard, ha depositato alcune consulenze.

Avendo ottenuto un risarcimento, l'avvocato Davide Sciulli ha revocato la costituzione per una parte civile. A causare l'incidente, in base alle indagini del pm Carlo Introvigne che già aveva disposto una propria consulenza, era stato il gelicidio. La vittima, in vacanza con gli oratori di Canegrate e San Giorgio su Legnano, era a bordo di un minivan che, dopo essersi intraversato, era stato colpito sulla fiancata da un pullman che sopraggiungeva all'altezza di Chatillon (Aosta).

I due dirigenti sono accusati di non aver organizzato un efficace servizio di manutenzione: l'autostrada non era stata chiusa e il mezzo spargisale era arrivato sul posto solo dieci minuti dopo l'incidente, rispettando il percorso previsto dalla procedura operativa per la gestione della viabilità invernale adottata dagli imputati.

red. cro.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore