Aosta Capitale | venerdì 19 aprile 2019 09:33

Aosta Capitale | 03 febbraio 2019, 12:00

Aosta: Il 'Cogne' combatte i vandali con una coinvolgente festa di quartiere

Momenti di festa e allegria sabato 2 febbraio al Quartiere Cogne (cliccare sull'immagine per avviare la gallery)

Momenti di festa e allegria sabato 2 febbraio al Quartiere Cogne (cliccare sull'immagine per avviare la gallery)

Lì dov'è stata allestita la consolle dei deejay ci sono ancora le tracce del passaggio dei teppisti incendiari, quelli che trascorrevano le notti bruciando cassonetti. E mentre la  musica riempie l'aria in piazzetta Soldats de la neige in tanti ballano, si scambiano bicchieri di vin brulé e fette di torta in una sorta di 'veillà di quartiere' il cui significato profondo dà ancora più valore alla festa.

'Sabato insieme...al Quartiere Cogne' è il nome dato al programma di iniziative organizzate dall'assessorato alle Politiche sociali del Comune di Aosta e da diverse associazioni per contrastare in modo 'etico' e concreto i vandali che da mesi scorazzano nelle ore notturne lungo le vie e le piazze del quartiere popolare ovest del capoluogo. Concorrono alla buona riuscita del progetto le associazioni 'AnzianiAttivi', Culturalmente Aosta', 'Quartiere possibile' e la sezione aostana dell'Associazione nazionale alpini-Ana.

L'idea è quella di 'occupare' le zone scelte dai teppisti per le loro scorribande con eventi ludici coinvolgenti i residenti, che al primo appuntamento hanno risposto con entusiasmo e partecipazione. Musica, danze, convivialità e mercatino solidale hanno 'impegnato' tutti dalle 17 alle 20 di sabato 2 febbraio e c'è da credere che al prossimo evento i partecipanti alla 'veillà' del Quartiere Cogne saranno anche di più.

In via Alessi e in piazza Soldats de la neige, ad esempio, sono stati compiuti danneggiamenti che avrebbero potuto mettere a rischio l'incolumità stessa degli abitanti della zona: "Mentre le Forze dell'ordine stanno cercando di identificare gli autori degli atti vandalici - spiega l'assessore comunale alle Politiche sociale, Luca Girasole - noi rispondiamo ai raid teppistici scendendo in piazza e nelle strade a ballare e divertirci, e chissà che quegli stessi vandali non si rendano conto loro stessi dell'imbecillità e della pericolosità delle loro azioni. Diciamo 'no' alle ronde inutili e anzi potenzialmente in grado di innescare ulteriori azioni violente; noi vogliamo mostrare a tutti che un modo diverso di vivere il quartiere e combattere i problemi c'è, ed è quello migliore".

patrizio gabetti

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore