Confcommercio VdA | giovedì 21 febbraio 2019 01:46

Confcommercio VdA | 01 febbraio 2019, 10:30

Aosta a misura di Millenaria ma possiamo fare di più per migliorare economia locale e viabilità

Aosta a misura di Millenaria ma possiamo fare di più per migliorare economia locale e viabilità

“Siamo soddisfatti per il buon risultato di presenze e per quanto riferito dall’assessorato regionale delle Attività produttive sull’incremento del giro di affari degli espositori ottenuto durante la 1019esima edizione della Fiera di Sant’Orso”.

Così Giuseppe Sagaria, presidente Ascom Aosta e vicepresidente vicario di Confcommercio VdA, commenta il dato sul flusso dei visitatori alla Foire appena terminata, indicato in più di 131.000 passaggi. L’assessorato ha comunque indicato un calo di visitatori rispetto alle precedenti tre edizioni della Fiera.  

“Probabilmente non ci si poteva attendere di più – sottolinea Sagaria – considerato che quest’anno la Millenaria è caduta nel mezzo della settimana lavorativa. Le statistiche confermano che quando la kermesse si svolge nel fine settimana si registrano decine di migliaia di passaggi in più”.

In merito alla gestione della viabilità veicolare e pedonale durante la Fiera, secondo Confcommercio Valle d’Aosta “si potrebbe forse riflettere  sull’organizzazione della chiusura di arterie importanti cittadine quali via Festaz e via Torino, dove la scarsità di flusso pedonale ha significato per gli esercizi commerciali di prossimità un calo importante di incassi. Il piano viario realizzato dagli organizzatori della Foire è generalmente apprezzabile e ‘disegnato’ in base a parametri di sicurezza: forse rivedere le modifiche in alcune aree cittadine potrebbe essere necessario per migliorarlo ulteriormente”.

Quanto alla novità dello Street Food Valdostano, Confcommercio VdA plaude alla realizzazione di un’iniziativa che quattro anni fu proposta proprio da Giuseppe Sagaria e che quest’anno per la prima volta ha trovato spazio nella manifestazione turistico commerciale valdostana più importante. “Unico suggerimento che mi sento di dare – prosegue Sagaria – è quello di coinvolgere, nella programmazione di simili importanti iniziative, tutti gli attori del settore in modo da poter coinvolgere maggiormente le aziende e i ristoratori locali.

In questo senso Confcommercio VdA si rende pienamente disponibile”. Una riflessione che per il presidente Ascom Aosta merita approfondimento è relativa alla viabilità circostante l’Arco d’Augusto in occasione di manifestazioni così importanti e coinvolgenti masse di persone e veicoli.

“Con la massima comprensione per un’iniziativa urbana che tutto sommato possiamo ancora definire sperimentale (e la permanenza dei jersey provvisori lo dimostra) – osserva Sagaria – credo che sia importante, alla luce di alcune perplessità rilevate dai visitatori che hanno attraversato l’area dell’Arco in questi due giorni, oltreché dei commercianti della zona, valutare migliorìe e strategie che possano rendere la zona dell’Arco d’Augusto maggiormente degna di una città turistica qual’è Aosta”.  

info Confcommercio VdA

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore